Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Panathinaikos – Barcellona, sfida tra tecnici dal sapore inedito

Panathinaikos – Barcellona, sfida tra tecnici dal sapore inedito

Questa sera sulla pista del Panathinaikos, il Barcellona cercherà di raggiungere la terza vittoria in Eurolega e ampliare le sue opzioni di qualificazione ai play-off, contro la squadra del loro ex coach Xavi Pascual, in carica sulla panchina blaugrana per ben otto anni, fino al 2016.

La sfida di questa sarà per il Barcellona una prova di massima importanza per capire se la squadra è davvero stata capace di superare la disastrosa situazione del periodo finale del 2017.

Le sei sconfitte consecutive, avevano messo in ansia il club e i tifosi del Palau Blaugrana sul progetto del coach Sito Alonso, in carica da giugno 2017 – e potrei dire, una grande parte della popolazione della Catalonia vista la grandissima tradizione e interesse verso questo sport.

Il Barcellona ha poi però iniziato il 2018 in tutt’altra dinamica, vincendo tutte le cinque partite giocate finora e con un gioco di squadra trasformato, molto più coeso in cui emerge il lavoro di tutti giocatori. Il problema sembrava essere la mancanza di “chimica” tra i giocatori e come ha confermato Sito Alonso nella previa di ieri, il principale cambiamento della squadra è stato “nell’attitudine e sicurezza, mentre a livello tattico e tecnico non è cambiato molto”.

Il nuovo anno è iniziato bene anche per i greci: hanno vinto le due prime partite della liga greca del 2018 e in Eurolega si sono imposti in tutte le otto partite disputate in casa. Il greco-statunitense Grick Calathes (con una media di 13.8 punti e 8.0 assistenze) è il punto di riferimento della squadra, accompagnato da KV Rivers e James Gist (entrambi con una media di 10.3 di punti a partita).

Mentre il Barcellona non potrà contare sul pivot Kévin Séraphin, fuori per una distorsione al ginocchio destro. La responsabilità nell’area sarà quindi affidata al croato Ante Tomic e al catalano Pierre Oriola, che sta guadagnando sempre più un ruolo da protagonista nel Barcellona dopo essere stato un giocatore chiave nel Valencia della scorsa stagione, terminata con il titolo di liga ACB. Positiva anche la crescita dell’ala-pivot bulgaro Vezenkov, che dopo due mesi fuori dalla convocazione di Alonso per motivi tecnici (il ritorno di Sanders e Claver), è passato da una media di 9 punti, 4.8 rimbalzi e 11 di valutazione a una media di 12.3 punti, 4 rimbalzi e 17.3 di valutazione nelle ultime tre giornate di liga ACB. Nelle ultime partite sono anche messi in evidenza il 2 Ribas e il 4 Moerman, mentre il trentasettenne Navarro si mantiene sempre l’Iniesta del basket del Barcellona. Heurteil è una garanzia per la posizione di play del Barcellona, anche se si sta parlando del possibile arrivo di un altro “1”, con la partenza di Tyrese Rice in China e un Pressey che non ha convinto del tutto Alonso.

Entrambe le squadre si trovano tra le prime quattro posizioni quale migliore difesa della competizione. Si prospetta una sera di grande basket, questa sera al O.A.K.A. Olympic Indoor Hall.

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.