Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Venezia fa il colpo al fotofinish: Cremona ko in casa

Venezia fa il colpo al fotofinish: Cremona ko in casa
Follow and like us:

L’Umana Venezia si aggiudica 85-83 sul campo della Vanoli Cremona, un match tirato sino all’ultimo secondo. Quintetti – Il PalaRadi, sold out, saluta il ritorno di Paul Biligha a Cremona, da avversario: altri ex dell’incontro Peric da una parte, Ruzzier dall’altra. Sacchetti schiera Travis Diener, Johnson-Odom, Fontecchio, Martin e Sims. De Raffaele oppone Haynes, Tonut, Bramos, Peric e Watt. Inizio equilibrato, finché la Vanoli blinda la propria area e colpisce in contropiede a ripetizione: al 5′ – sull’11-4 – De Raffaele ricorre al timeout. La risposta dei lagunari si condensa nelle due bombe di Bramos, a cui rispondono Johnson-Odom e Sims. Venezia recupera buona parte del gap e il primo quarto finisce sul 20-17. L’Umana domina a rimbalzo (13 a 9). 8 punti e 5 rimbalzi per Sims. ) 9 punti per Bramos.

Secondo quarto – Inizio di grande intensità: Venezia si porta avanti con 4 punti di Johnson e Daye, ma Cremona non ci sta e ne fa 5 con Ricci e Johnson-Odom. Le triple di Drake Diener e Johnson-Odom portano i biancoblu sul 31-24, ma la partita è fluida: Watt e Johnson guidano Venezia al -2, costringendo Sacchetti alla pausa tecnica (35-33). L’inerzia non s’inverte per Cremona e il duo Peric-Johnson spinge l’Umana sul 40-37 (altro timeout Vanoli). Peric si fa straripante in area cremonese, spaccandola ripetutamente in due a suon di schiacciate. Bramos chiude il primo tempo con la tripla che vale il 48-43 Venezia. La squadra di De Raffaele si assesta difensivamente, liberando al tiro le sue bocche da fuoco Johnson e Bramos. La Vanoli accusa dei cedimenti proprio a livello difensivo, condizionando pesantemente l’attacco.

Terzo quarto – Si rivede Fontecchio che, messo in ritmo da Travis Diener, segna 6 punti in un amen (49-50). Venezia ribatte colpo su colpo, ma una giocata da 4 punti di Drake Diener tiene Cremona incollata. Si rianima Milbourne, che nel finale di parziale mette i 4 punti che riconsegnano il vantaggio alla Vanoli 62-61. Nei tre quarti giocati, l’Umana perde il doppio delle palle (16/8) rispetto agli avversari; 7 nel terzo quarto.

Quarto quarto – Mini-break veneziano (6-0) e timeout Vanoli (62-67). Martin e Johnson-Odon suonano la carica, costringendo De Raffaele a parlarci sopra. Si gioca punto a punto. Sims è in giornata di grazia e, con 6 punti di fila, permette ai biancoblu di rimettere il naso avanti (74-73 a 3′ dalla sirena). Per il resto, il ferro continua a sputare i tiri dall’arco degli esterni lombardi. Watt è un fattore: il suo gioco da 3 punti dà un possesso di vantaggio agli orogranata, quando manca 1′ alla sirena. Con 18″ da giocare Venezia si trova avanti di 1 con la palla in mano: la giostra dei tiri liberi che ne segue, nonché il tiro disperato di Drake Diener a fil di sirena, determinano l’85-83 con cui Venezia espugna il PalaRadi. L’Umana non ha certo rubato nulla, piuttosto è la Vanoli a dover recriminare su una partita ancora una volta giocata “a strappi”: l’impressione è che con maggiore concentrazione nella fase iniziale del quarto quarto (1/8 da 3), avrebbe potuto far sua la posta in palio.

Magic Moment – difficile identificare un momento chiave, in una partita di tale equilibrio, decisa negli istanti finali dalla lunetta.

Man of the match – Hrvoje Peric, con 18 punti a referto e 7 rimbalzi, ha avuto un impatto devastante sulla partita, facendo scendere in secondo piano la partita da MVP di Sims (21 punti, 8 rimbalzi, 26 valutazione).

Numbers – 23 punti per il top scorer Johnson-Odom, autore anche di 2 assist, subendo 6 falli. Prestazione importante in attacco per Watt (17). Venezia riesce a vincere perdendo il doppio delle palle, rispetto a Cremona (20/10). Perfetta parità a rimbalzo (35), mentre il 36% da 3 della Reyer ha avuto un peso specifico importante, rispetto al 24% della Vanoli (a parità di tentativi). La panchina di Venezia ha portato in dote 28 punti, contro i 18 di quella cremonese.

Vanoli Cremona – Umana Reyer Venezia 83-85 (20-17, 23-31, 19-13, 21-24)

Cremona: Johnson-Odom 23, Martin 11, Gazzotti ne, T. Diener 2, Ricci 4, Ruzzier, Portannese, Fontecchio 8, Sims 21, D. Diener 10, Milbourne 4. Allenatore Sacchetti

Venezia: Haynes 8, Peric 18, Johnson 12, Bramos 12, Tonut 2, Daye 9, De Nicolao 2, Bolpin ne, Ress ne, Biligha 5, Cerella, Watt 17. Allenatore De Raffaele

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Instagram
RSS
Follow by Email
Google+
Google+
http://www.baskettiamo.com/baskettiamo/archives/21788/venezia-colpo-al-fotofinish-cremona-ko-casa
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.