Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

John Brown mattatore: è lui il migliore di Fortitudo – Treviso

John Brown mattatore: è lui il migliore di Fortitudo – Treviso
Follow and like us:

PAGELLE

FORTITUDO

CINCIARINI 5,5: Parte discretamente , poi si perde. Nel secondo tempo benché utilizzato solo 5 minuti produce nulla. Peccato, sono due partite nelle quali il giocatore serviva e purtroppo ha steccato. In 16 minuti, 7 punti con 2/5 dal campo.

MANCINELLI 6,5: Latitante per 30 minuti, tiene la barca a galla nell’ultimo periodo le solite bombe in zona Mancio (3 in fila). In altre occasioni hanno portato bene, oggi non sono servite, purtroppo. In 25 munuti. 13 punti con 4/7 dal campo (3/3 da 3).

OKEREAFOR 5,5: In punta di piedi. Lati positivi: ordinato e tecnicamente valido. Lati negativi: non pare essere il giocatore da “cambio di passo”. In 21 minuti, 2 punti con 1/3 dal campo.

FULTZ 5: Da ricordare un paio di scelte di tiro che definire rivedibili è un eufemismo. Brutto momento il suo, dopo aver fatto vedere belle cose lungo la stagione… lo aspettiamo ì. In 18 minuti virgola con 0/6 dal campo.

CHILLO 5,5: Si batte, certamente. Purtroppo subisce Brown in maniera devastante. Male ai liberi. Non lascia segno questa volta. In 19 minuti, 5 punti con 2/4 dal campo e 1/4 ai liberi

GANDINI 6: Dalla sua ha il furore e l’attenzione, soprattutto sulle carambole dei palloni sputati dal ferro in attacco e in difesa. Contro ha il rigore fallito in un momento basilare della partita. In 20 minuti, 4 punti con 1/3 dal campo e 7 rimbalzi.

AMICI 5,5: Inizia con una grande schiacciata da alzarsi tutti in piedi. Per il resto resta ai margini del match alternando cose buone ad altre un po’ meno. Non raggiunge la sufficienza per il doppio regalo a Swann sul +7 ( la tripla facile e il fallo evitabile). In 10 minuti, 6 punti con 3/5 dal campo e 3 rimbalzi

ROSSELLI 6,5: Alla luce di tutto sufficienza piena. Solito gioco per i compagni, condito da una buona produttività in attacco. Tre – quattro Rosselli e la Fortitudo sarebbe prima per distacco. In 31 minuti, 11 punti con 5/11 dal campo e 6 assist.

ITALIANO 6,5: Impatto sulla gara di grande spessore. Il suo secondo quarto è uno degli spezzoni piu’ belli della sua stagione. Nel secondo tempo sparacchia un paio di tiri poi viene messo a sedere per ricomparire negli ulti 30 secondi. Forse meritava qualche minuto in piu’. In 14 minuti, 12 punti con 3/9 dal campo e 5/5 ai liberi (dato statistico importante vista la giornata storta del resto della squadra).

MC CAMEY voto 7: Di sicuro una delle sue migliori partite. Ci sta che l’ultimo attacco passi dalle sue mani ( anche se negli ultimi frangenti del match è sembrano meno lucido) : potremo discutere mille anni sui contatti che ha subito in quella penetrazione ma non ne verremmo a capo. Si è preso la responsabilità e bene o male che sia andata la giocata ( forse un po’ troppo anticipata) ci stava. In 22 minuti, 18 punti con 7/13 dal campo e tre assist.

BONICIOLLI: voto 5,5. Insufficienza derivante dal fatto che nella economia della stagione purtroppo è una di quelle partite che devi vincere. Con le prime della classe Matteo è 0/4 ( due perse con treviso, una con trieste e una con montegranaro). Si lamenta della dizione arbitrale e forse una qualche ragione ce l’ha… però… però si è sempre detto che una buona squadra deve anche andare oltre ad un arbitraggio obiettivamente deficitario.

TREVISO

BROWN 7,5: E’ semplicemente ovunque. E’ il miglior realizzatore della partita ( 22), è il miglior rimbalzista (11) ed è il migliore per valutazione (32). Mettiamoci che subisce 5 falli e fa 6/7 dalla lunetta direi che abbiamo detto tutto. Treviso vince anche per la sua solidità e soprattutto intensità lungo tutti i 31 minuti in cui è stato in campo.

SABATINI 6,5: Primo tempo da leader quando Fantinelli fatica. Nel secondo si fa un po’ da parte quando il suo capitano decide di “riprendere la bacchetta”. Utilissimo comunque. In 20 minuti, 10 punti con 3/7 dal campo

BRUTTINI 5: Mai nel vivo, sempre ai margini. Chiaro gioca da cambio ( o cambio del cambio), ma di fatto non fa nulla se non (piu’ o meno) l’ordinario.

SWANN 6: Non fa sfracelli, ma fa un tiro da 4 quando sembra per i suoi difficile stare in partita. In quel momento quella giocata, sommata con un’altra successiva, valgono la sua partita.

MUSSO 5,5: Parte discretamente, poi sparisce. Ricompare con quache tiro sbilenco di troppo, ma, di fatto, non regala molto ai suoi. In 21 minuti, 3 punti con 1/6 dal campo.

ANTONUTTI 6: Si sbuccia le ginocchia ed è l’unico che fa il lavoro sporco. Però… e la differenza tra lui e Chillo ad esempio sta tutta qui… fa 4/4 dalla linea. Ecco perché Antonutti è sufficiente e Chillo no. In 23 Minuti, 6 punti e 4 rimbalzi.

IMBRO’ 6,5: Ha il merito di fare 3/4 dalla linea nell’ultimo minuto. Tira poco e così così ma su quelle due situazioni è presente. Giocatore comunque utilissimo. In 21 minuti, 8 punti.

FANTINELLI 6,5: Boniciolli dice .. abbiamo limitato fantinelli a 4/13, ma non dice che non abbiamo limitato Fantinelli nel gioco da finto 4. Un gioco che nel secondo tempo fa molto male alla effe. Condisce la sua prestazione intelligente con 6 assist in 33 minuti di utilizzo

LOMBARDI 6,5: Primo tempo da assoluto protagonista insieme a Sabatini. Anche lui finto lungo ma con una buona tecnica anche da lontano. Non male. Utilissimo alla causa. Si perde un po’ quando si sale di intensità ma riteniamo si abituerà anche a questo. In 13 minuti, 10 punti.

PILLASTRINI, voto 7: Troppe volte ha spremuto la squadra sin dalla prima giornata, raccogliendo il primo posto per poi buttarlo alle ortiche. Oggi una serie Bologna – Treviso finirebbe diversamente dagli ultimi due anni. Almeno per quello che si è visto oggi.

Arbitri: MASI, D’AMATO, MASCHIO, voto 5,5: A prima vista la direzione appare discreta. Iniziano fischiando tutto e piu’ di tutto. Continuano fischiando meno ma in maniera differente. Con una partita che sale tantissimo di intensità e quindi di contatti ci stanno 20 liberi in 20 minuti ( dato Treviso), ma non ci stanno 7 liberi in altrettanti 20 minuti ( dato Bologna). E allora viene da pensare che il metro sia stato un po’ diverso.

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »