Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Venezia non si ferma più, anche la Virtus Bologna al tappeto

Venezia non si ferma più, anche la Virtus Bologna al tappeto
Follow and like us:

Nella quinta giornata di LBA, al Taliercio di Mestre, la Reyer Venezia si aggiudica la gara contro la Virtus Bologna per 94-75. Con questa vittoria, la quinta consecutiva, la squadra di De Raffaele vola da sola in classifica a punteggio pieno, in attesa del posticipo serale tra Torino e Milano. Invece, per gli uomini di Sacripanti, il saldo delle gare disputate è in negativo, 2 vinte 3 perse. Grande la gara di Tonut autore di 21 punti con 8/10 dal campo in 22 minuti di gioco. Ottimi anche Watt ( 17 punti ), Vidmar 12 punti con 5/7 dal campo e Biligha 12 punti. Venezia domina ai timbalzi 43 a 30. Per la Virtus solo Aradori positivo con 22 punti con 4/6 dall’arco.
La gara. Venezia parte con questo starting five : Haynes, Stone, Bramos, Daye e Vidmar. Bologna risponde con : Taylor, Punter, Aradori, M’Baye e Qvale. È la Virtus a partite meglio grazie soprattutto a Kevin Punter autore di 7 punti nel quarto, 10-15 al 6 minuto di gioco. De Raffaele inserisce nella gara Stefano Tonut e la partita cambia. La guardia triestina mette 9 punti in sequenza con un 3/3 dal campo ed insieme a Watt porta avanti gli orogaranta sul 21-19 alla fine della prima frazione. Nel secondo quarto si riparte con la bimane di Kravic, la Reyer, però, a un Tonut devastante
prima un canestro da tre in transizone, poi dalla media distanza segna i punti che valgono il +9. Per gli emiliani risponde Aradori con una tripla che ridà ossigeno ai bianconeri, ma i veneti allungano ancora per merito di Watt, prima con una bomba e poi con una superba schiacciata, per il del 48-35.
Nella fase inziale del terzo quarto, Venezia cerca con continuità Vidmar che mette subito a referto 6 punti, 56-37, subito dopo, il centrone sloveno, esce per il 4 fallo. La bomba di Daye da il +20 Reyer al 25 minuto. Sacripanti chiama subito timeout. Tonut è impressionate, mette l’ennesima tripla, 64-41. La Virtus ottiene un break di 7-0. La Reyer risponde con 5 punti di fila di Biligha, per le Vunere, l’assenza di Martin, uscito per un problema muscolare, pesa tantissimo.
Si chiude il quarto con il canestro di Pietro Aradori. 69-50. Nell’ultima frazione si apre il tempo come era finito, ovvero, con Biligha che schiaccia. La tripla di Austin Daye, di fatto, chiude la partita a 6’ dalla fine sul 79-58. Gli ultimi minuti sono normale amministrazione per gli uomini di De Raffaele.
Finisce 94-75.

UMANA REYER VENEZIA – SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA: 94-75 (21-19, 48-35, 69-50).
Umana Reyer Venezia: Haynes 5, Stone, Bramos 4, Tonut 21, Daye 12, De Nicolao 6, Vidmar 12, Jerkovic, Biligha 12, Giuri 5, Cerella, Watt 13. Coach: Walter De Raffaele.
Segafredo Virtus Bologna: Punter 12, Martin, Pajola, Taylor 10, Baldi Rossi 4, Cappelletti 3, Kravic 9, Aradori 22, Berti, M’Baye 8, Cournooh, Qvale 7. Coach: Stefano Sacripanti.

Numbers: la Reyer domina ai rimbalzi 43-30, non c’è partita nemmeno nelle percentuali al tiro 55% da due, 58% da tre contro 42% da due e 38% da tre della Virtus. Impressionate, per gli uomini di De Raffaele, i 53 punti ottenuti dai 4 lunghi.

MVP Stefano Tonut. La guardia della nazionale sta vivendo un momento di forma fisica e mentale straordinaria, contro la Virtus Bologna, sigla 21 punti in 22 minuti di gioco con 8/10 dal campo. Soprattutto, come successo in altre partite, quando entra nella gara la partita cambia.

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Instagram
RSS
Follow by Email
Google+
Google+
http://www.baskettiamo.com/baskettiamo/archives/23913/venezia-non-si-ferma-piu-anche-la-virtus-bologna-al-tappeto
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.