Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Caserta travolge Matera e festeggia

Caserta travolge Matera e festeggia
Follow and like us:

Caserta suona la “nona” e mette in cassaforte il primo posto in classifica e la qualificazione alla Coppa Italia. Ad un turno dalla fine dell’andata la Juvecaserta è già certa del primato, anche se per restare da sola in vetta dovrà sbancare Palermo o sperare nella sconfitta di Salerno nella 15ª giornata. Inoltre i casertani staccano il tagliando per la manifestazione in programma dall’1 al 3 marzo 2019.

I bianconeri di coach Oldoini travolgono, al termine di una partita giocata ai limiti della perfezione, una Olimpia Matera arrivata nella Piana del Volturno intenzionata a tentare l’assalto alla capolista. Ma sin dalle prime battute sono stati i padroni di casa a dettare legge, limitando l’attacco di Matera che chiudeva il primo quarto con appena 6 punti a bersaglio (17-6 al 10′). L’aggressività difensiva di Dip e compagni rendeva sterile l’attacco avversario, mentre in fase offensiva la Decò riusciva a trovare con continuità la via del canestro, soprattutto con conclusioni nell’area colorata. All’intervallo lungo (35-21) la partita era già indirizzata sui binari più consoni ai casertani, con gli uomini di coach Origlio in evidente difficoltà.

Alla ripresa del gioco, tuttavia, Matera provava a risalire la china ma ogni tentativo veniva puntualmente respinto con determinazione dai ragazzi di Oldoini. Matera alternava difesa a zona ed a uomo ma il bottino raccolto al 30′ era davvero misero (51-38), con appena un punto rosicchiato.

Nell’ultima frazione la Juvecaserta tornava in cattedra e riprendeva a macinare gioco e punti. Così canestro dopo canestro il margine si ampliava fino al +26 (76-50) della sirena finale.

Magic Moment

La partenza sprint dei bianconeri nel primo quarto (17-6) ha subito indirizzato la sfida, con Matera che si è ritrovata a dover inseguire senza ottenere efficaci risultati.

Man of the match

Il rientro di Marcelo Dip è stato un fattore fondamentale per Caserta che ha ritrovato il suo centro di gravità. Per il pivot italo-argentino da segnalare una doppia-doppia (17 punti e 10 rimbalzi) ma anche 4 assist per un 29 di valutazione complessiva.

Numbers 

Appena 16 tiri da tre sono una notizia per una Juvecaserta che ne tira 38 di media. Ma il 19% di realizzazione dalla lunga distanza contrapposto al 68% da due fanno capire la bontà della scelte offensive casertane.

89-24 è il punteggio finale della sfida prendendo in esame la valutazione. Una differenza che la dice lunga sul dominio della Decò.

I 16 rimbalzi offensivi l’unica nota positiva della serata di Matera

Decò Caserta – Bawer Matera 76 – 50
(17-6, 35-21, 51-48)
Decò Caserta – Galipò, Dip 17, Petrucci 16, Ciribeni 15, Bottioni 1, Rinaldi 4, Aldi ne, Hassan 19, Sergio 4, Barnaba ne, Vallarelli ne, Mataluna ne, Piazza ne. All. Oldoini
Bawer Matera – Mancini ne, Buono 2, Battaglia 2, Del Testa 15, Datuowei 2, Merletto 9, Sereni 8, Cena 10, De Leone 2, Cesano ne. All. Origlio
Arbitri – Spessot di Fogliano Redipuglia (GO) e Andrea Andretta di Udine

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook12k
Facebook
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.