Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Hall: «Voglio vincere questa nuova sfida con Cassino»

Hall: «Voglio vincere questa nuova sfida con Cassino»
Follow and like us:

È il giorno di Mike Hall in casa BPC Virtus Cassino, che si presenta ai nuovi tifosi e alla stampa, direttamente dalla sala San Benedetto della filiale del TITLE SPONSOR  della società rossoblù, la Banca Popolare del Cassinate, sita in Cassino(FR) in ‘Corso della Repubblica’. A fare gli onori di casa, il vice-presidente dell’istituto di credito, Dott. Vincenzo Formisano, soddisfatto della vittoria contro Roma e dell’ingaggio del veterano nativo di Chicago: “Avere la possibilità, in una città piccola come Cassino, di vedere un giocatore di alto profilo come Mike, deve essere, per noi tutti, motivo di grande orgoglio e vanto. Essere scelti e preferiti a piazze più blasonate a livello sportivo, non è assolutamente cosa da poco, soprattutto se a scegliere è un giocatore del calibro di Mike Hall. Essere vicini, come istituto di credito ad una associazione sportiva come la Virtus, che riesce a dare lustro e visibilità alla nostra banca, nonchè a tutta la città di Cassino, non può che farci felici. Sabato Mike è stato capace di farci vivere delle emozioni straordinarie, riuscendo ad avere un impatto sul campo davvero positivo, quasi unico direi. Abbiamo avuto modo di vedere del suo passato, ma adesso speriamo che si possa trovare bene qui a Cassino, e di essere protagonista insieme a noi di questa salvezza. La nostra priorità, come lo è stato con tutti, è far stare bene Mike prima di tutto da un punto di vista umano, piuttosto che tecnico; la nostra è una grande famiglia nel vero senso della parola, in quanto ci sono degli affetti e dei valori che nello sport come nella vita valgono molto più dei soldi e dei successi. Sono i valori della passione, una passione che ha portato una squadra che fino a 8 anni fa non esisteva, a vincere una partita importante contro la Virtus Roma, una compagine che in Italia e in Europa ha assolutamente scritto la storia della pallacanestro. Do il benvenuto a Mike anome di tutta la Banca Popolare del Cassinate e spero che tu possa scrivere delle pagine importanti di storia non solo quest’anno, ma che sia l’inizio di un percorso, iniziato sabato, foriero di soddisfazioni”.

A seguire le parole del DS Leonardo Manzari: “È un momento particolare per noi; si veniva da una situazione difficile, molto complicata. Fare un girone d’andata con 14 sconfitte è un fardello davvero duro da portare sulle spalle.Questo soprattutto se alcune partite, giocate molto bene, le perdi per dei dettagli e per un po’ di sfortuna, sul filo di lana. Sin dalle prime difficoltà, io e lo staff tecnico capimmo subito che a questa Virtus mancava qualcosa. Si è presentata questa occasione di poter portare a Cassino un campione di questo livello e grazie all’amicizia che mi lega all’agente di Mike, abbiamo trovato la quadra per perfezionare il suo ingaggio in maglia Virtus. Abbiamo trascorso diverso tempo al telefono per parlare della possibilità di avere Mike qui oggi, e finalmente dalla scorsa settimana, ‘il mio sogno’ si è materializzato ed è diventato realtà. Portare un profilo del livello di Mike ad inizio stagione, era per noi impossibile; nessuno avrebbe scommesso un euro sulla salvezza di Cassino, come nessuno ce lo scommette adesso, in quanto neopromossa e con una situazione di classifica difficile che sicuramente non dobbiamo dimenticare. Per quanto concerne la chiusura della trattativa con Mike, è stata sicuramente una emozione unica che sarà assai difficile da dimenticare.A casa stavamo vivendo una situazione di sconforto, le ore passavano ma nessuna notizia; al termine di una lunga giornata lavorativa, durante un momento di relax, leggo un messaggio del procuratore di Mike con scritto le seguenti parole: ‘maglia numero 7 grazie’. Da quel momento ho capito che qualcosa nella Virtus stava per cambiare, la nostra storia stava per cambiare, ed almeno nella prima partita che Mike ha disputato, i fatti mi hanno dato più che ragione. Il mercato? Un altro giocatore come Mike Hall? No no, il secondo Mike Hall lo abbiamo già in casa, ed il suo nome è Dalton Pepper, un fuoriclasse assoluto. In questo momento, penso di avere aver messo a disposizione dello staff una coppia di americani davvero straordinaria. Devo spezzare, però, una lancia a favore di tutto il ‘gruppo italiani’. Un gruppo che ha saputo resistere nella tempesta e ha saputo credere nelle promesse del sottoscritto, in modo particolare due di loro, non faccio i nomi ma sono stati molto vicino al sottoscritto in questa tappa di avvicinamento a Mike Hall. ‘Loro sapevano’, ‘io sapevo che loro sapevano’, eravamo tutti molto tranquilli. Poi quando è arrivata la notizia, i primi messaggi sono partiti per loro due. Devo ringraziare, a cominciare dal nostro capitano, Davide Raucci. È un capitano clamoroso, un giocatore clamoroso, un cuore enorme, tanta tecnica e merita questo palcoscenico da capitano. Me lo tengo assolutamente stretto, perché si puó fare tanto bene con Davide Raucci e soprattutto siamo onorati di averlo a Cassino non come in altri luoghi che dopo averlo utilizzato in tanti ruoli in qualche modo lo si metta da parte. Davide Raucci è stato utilizzato dal Coach in tanti ruoli e l’ha fatto sempre con il cuore, e scusate se mi dilungo, ma è uno che insieme ai suoi compagni come Luca Castelluccia o come Francesco Paolin, Tommaso Ingrosso, mi scuso se dimentico qualcuno, insomma tutti quanti, hanno davvero dato tutto nonostante le sconfitte alla causa. Sono molto felice di averli tutti con noi e, di conseguenza, non credo ci servano altri giocatori ‘simili’ Mike”.

A concludere la conferenza, le parole del nuovo numero 7 rossoblù, Mike Hall: “Nella mia carriera, come avete potuto vedere nel mio video di presentazione andato poco fa in onda, ho fatto di tutto, cose belle, cose brutte, ho avuto soddisfazioni importanti, ma anche momenti difficili. A questo punto della mia carriera, a 34 anni, ho solo voglia di giocare e di vincere soprattutto questa sfida. Non ho voglia e non è assolutamente nelle mie corde giocare per il solo gusto di scendere in campo. Voglio fare qualcosa di speciale, voglio fare qualcosa che una volta smesso di giocare, la gente possa ricordare negli anni. A mio parere, non sono mai stato un grande giocatore in termini di tecnica, ma ho sempre giocato con il cuore, con passione, con grinta, con fame. Ho voglia di condividere tutte queste mie qualità con la società, con la città, con i tifosi, perchè ho voglia che tutti possano essere partecipi dei miei sentimenti e di quello che voglio realizzare con la Virtus e con i miei compagni. Per una società che non esisteva 8 anni fa, arrivare nel secondo campionato nazionale, per me è un miracolo, un qualcosa di quasi impossibile. Ho parlato con il mio agente che mi ha riferito ottime cose riguardo l’allenatore, riguardo la società, riguardo i compagni di squadra. È stata al momento di rimettermi in gioco, una scelta interessante, la scelta senza dubbio giusta per ripartire. Sono molto felice di essere qui e speriamo che da qui in avanti vengano, con il mio aiuto, solo cose belle per tutti, in particolar modo per la Virtus.

Riguardo al mio arrivo, al mio esordio e all’ambiente che ho trovato, ho visto sin dal primo allenamento del gran talento nel nostro roster. Grande grinta, grande voglia di fare bene, non assolutamente una situazione da ultima piazza del girone. Questo penso che sia una cosa fondamentale per andare avanti in questa stagione: essere positivi e determinati paga in campo come nella vita, e nonostante un brutto inizio di stagione, è cosa buona e giusta essere convinti di poter invertire la rotta, perchè è solo in questo modo che sarà possibile fare ottime cose in questo finale di annata sportiva. Alla squadra mancava sicuramente un pizzico di fortuna, un pizzico di esperienza, di freddezza e lucidità nei momenti che contano della gara, un profilo che la società ha individuato nella mia persona e spero di poter essere di aiuto in tal senso per tutto il team. Quando ho provato ad immaginarmi con la maglia della Virtus, ho visto il calendario e le partite perse per pochi punti, ed ho pensato che questo, con me, dobbiamo cercare di non farlo accadere e di essere lucidi per fare in modo di non fare gli stessi errori. Abbiamo iniziato con il piede giusto con Roma, ma non è una rondine che fa primavera, e dobbiamo dunque cavalcare l’entusiasmo che una vittoria come questa ha portato a tutti. Il coach è una persona preparata, i miei compagni sono degli ottimi giocatori, ci sono tutti i presupposti per fare bene, sta solo a noi metterci nelle condizioni di fare il nostro massimo. Ho provato delle emozioni forti al mio esordio in campo, ho visto qui la differenza che c’è rispetto magari all’NBA, dove la gente viene semplicemente per assistere ad uno spettacolo. Sabato attorno a me, ho percepito amore, entusiasmo ed un pubblico che teneva al risultato, nonchè pronto a trascinarci. In campo ho sentito questo ‘fardello’, ma sono anni che gioco, ed è normale per me governare nella maniera giusta le emozioni e fare del mio meglio per non deludere i tifosi. Sabato abbiamo fatto di tutto per portare a casa i due punti ed è necessario farlo anche per il futuro, partendo già dalla prossima partita a Casale. Troveremo un ambiente caldo, nonchè carico per trascinare la squadra di casa alla vittoria. Giocare con la prima in classifica, da un certo punto di vista è facile, perchè le motivazioni e le energie extra vengono da sè, più difficile è invece mantenere lo stesso livello di attenzione e lo stesso standard qualitativo di gioco in tutte le partite in cui si scende in campo. Adesso, il nostro prossimo step deve essere quello, essere concentrati per la partita di Casale e, ripeto, cavalcare l’entusiasmo della vittoria di Roma, non accontentarci della bella prestazione che abbiamo fornito e provare a vincere. Credo che se riusciremo a mantenere questo standard e a seguire questa ‘idea’, quando alzeremo la testa al traguardo, alla fine della stagione, saremo di sicuro contenti del risultato che avremo raggiunto. Grazie a tutti per essere stati presenti e FORZA CASSINO!”

Prossima partita delle ‘V’ rossoblù, domenica 20 gennaio alle ore 18.00, al PalaFerraris di Casale Monferrato; la formazione di coach Luca Vettese affronterà la compagine piemontese, nella gara valevole per la 17^ giornata del campionato nazionale di Serie A2 Girone Ovest Old Wild West 2018/19. Per l’ala grande americana, con passaporto irlandese, sarà la seconda presenza in maglia cassinate.

UFFICIO STAMPA BPC VIRTUS CASSINO

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.