Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Trento sbanca il Taliercio all’overtime

Trento sbanca il Taliercio all’overtime
Follow and like us:

Ormai è diventata una classifica della nostra pallacanestro. Nella stagione 2016-2017 valeva una finale scudetto, nella passata stagione è stata una splendida semifinale playoff. Nel diciannovesimo turno di campionato targato LBA, al Taliercio di Mestre, la Reyer Venezia perde all’overtime 77-81 contro l’Aquila Trento.

È stato un match incredibile, per 25 minuti dominato dagli uomini di Buscaglia, avanti di 24 punti (30-54) a 15 minuti dal termine. Poi la Reyer con grande voglia e determinazione, grazie ad un ottimo De Nicolao e a Watt, ha raggiunto proprio sulla sirena l’overtime.

Ma nel finale dei tempi supplementari due rimbalzi offensivi consecutivi, con l’aggiunta della tripla di Aaron Craft, sono stati decisivi per la vittoria della Dolomiti Energia.

Il play americano di Trento con la #13 ha insegnato pallacanestro per 38 minuti di gioco, realizzando 22 punti con un 3/3 dall’arco e 5/12 da due punti, il tutto condito da 12 clamorosi rimbalzi e 4 assist.

Primo quarto – Coach De Raffaele parte con questo starting five: Haynes, Stone, Bramos, Daye e Vidmar. Coach Buscaglia risponde con Craft, Forray, Marble, Betinho Gomes e Hogue. Si apre la partita con il canestro di Craft, replica da tre punti prontamente Bramos. Al canestro di Marble, risponde Haynes da tre (8-7), al 4’. Trento allunga in modo deciso, prima sul +4 (8-12), poi con Forray che mette la bomba dell’8-15 e ancora Craft porta i suoi ad un parziale di 10-0. Il parziale per Trento continua 12-0 (8-19). Watt appena entrato viene sanzionato subito con due falli. Pascolo porta al massimo vantaggio l’Aquila (10-22). La frazione si chiude con la tripla di Andrea De Nicolao per il 13-22.

Secondo quarto – De Nicolao inizia da dove aveva iniziato segnando due liberi. Marble allunga con la tripla che vale il +13 (15-28). Hogue e poi un Marble spietato portano +17 gli uomini di Buscaglia (33-16). La tripla di Mian dà il +18 agli ospiti. Trento doppia Venezia (18-36). L’Aquila è scatenata e si porta sul +20 con il canestro di Gomes (22-42). Aaron Craft ridà il massimo vantaggio ai suoi (22-44). Si va all’intervallo sul punteggio di (23-44). Nel primo tempo Trento ottiene un saldo palle perse/recuperate di +6 contro il -11 di Venezia e un 27 a 16 ai rimbalzi.

Terzo quarto – Il tempo si apre con i due punti di Toto Forray. La bomba di Craft porta sul +24 i l’Aquila. Il primo pallone recuperato dalla Reyer, con Stone, dà la possibilità a Daye di siglare una tripla in transizione che vale il 30-49. Poco dopo Forray ne mette cinque di fila per il 30-54 del 25’. La tripla di Daye vale il -17 ma Trento risponde colpo su colpo con la bomba di capitan Forray. Cerella in transizione sigla la bomba del -14 (44-58) a 28” dalla fine. L’inerzia ora è dalla parte della Reyer e il quarto si chiude con i liberi messi a segno da Austin Daye (46-59).

Quarto quarto – Dustin Hogue commette subito il quarto fallo, Craft perde un pallone banalmente ed Austin Daye mette l’ennesima tripla che riporta Venezia a -10. De Nicolao piazza il trepunti del -9, Trento con Jovanovic si porta sul +11. A Marble viene sanzionato un fallo tecnico e successivamente esce per 5 falli. Biligha sigla il -8. Craft con 5 punti consecutivi ridà il +13 a Trento (57-70) a 5’26” dal termine. Venezia si riporta a -8 grazie alla bomba di Bramos (62-70) che poi fa -6. L’intensità di Venezia è impressionante, Watt sigla il canestro del -4 poi mette uno dei due liberi che portano a -3 i padroni di casa (67-70) a 20” dalla sirena. Pascolo in lunetta fa 1/2 mentre De Nicolao va in lunetta e segna i due liberi del 69-71 a 4” dalla fine. Forray sigla ancora due liberi che valgono il +4. Poi è la volta di Quez Haynes ad andare in lunetta siglando due punti (71-73).

Subito dopo la Reyer recupera un pallone. La rimessa di Stone è perfetta per Watt che manda a segno un semigancio d’altri tempi che valgono l’overtime (73-73).

Overtime – Nel tempo supplementare non si segna mai dal campo ma solo dalla lunetta. Flaccadori ne sigla 2 dei 4 tentati mentre Craft fa 4/4 (73-78). Venezia si sblocca con un canestro e poi due liberi di Watt (77-78) a 45 secondi dal termine. Dopo due tiri sbagliati con altrettanti rimbalzi offesivi, Trento ha il possesso decisivo e Aaron Craft mette la bomba che porta sul +4 Trento (77-81) e manda i titoli di coda.

UMANA REYER VENEZIA – DOLOMITI ENERGIA AQUILA TRENTO 77-81

(13-22, 23,44, 46-59, 73-73)

Umana Reyer Venezia: Haynes 5, Stone 7, Bramos 8, Tonut 3, De Nicolao 10, Vidmar 3, Jerkovic ne, Biligha 10, Mazzola, Cerella 4, Watt 14. Coach Walter De Raffaele.

Dolomiti Energia Aquila Trento: Marble 11, Pascolo 7, Mian 3, Forray 13, Flaccadori 3, Craft 22, Mezzanotte ne, Beto Gomes 9, Hogue 8, Lechthaler ne, Jovanovic 5. Coach Maurizio Buscaglia.

MVP Aaron Craft

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.