Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

I giovani a Brescia, una questione “Centrale”.

I giovani a Brescia, una questione “Centrale”.
Follow and like us:

Consueta conferenza stampa del venerdì per il Basket Brescia Leonessa, in vista della partita di domenica che la vede opposta a Trapani nell’ultima giornata della regular season.
Questa sera, la conferenza è stata ospitata nei locali del nuovo e giovane sponsor: trattoria “Officina della Valle”, giovane anche per come interpreta il tempo del nutrimento cioè, sia un’occasione per rigenerarsi stando insieme, sia per stimolare le emozioni attraverso una migliore cultura del cibo, vivendo eventi e situazioni che nutrano la nostra vita. Ovviamente da provare.

“Giovane” è il denominatore comune dei discorsi fatti questa sera da chi sedeva al tavolo. La Presidentessa Graziella Bragaglio ha sottolineato il grande sforzo ed intenso lavoro svolto, fin dall’inizio della propria storia, da questa Società che ha portato alla creazione di un ampio settore giovanile che dal minibasket arriva fino all’under 19 che, proprio in questi giorni, ha conquistato per il secondo anno consecutivo l’obbiettivo delle Finali Nazionali di categoria,  sbancando il parquet di Monte di Procida (Napoli), segno che il lavoro e gli sforzi compiuti in questi anni stanno dando  i loro frutti.

Anche il patron Matteo Bonetti, sottolinea l’assoluta importanza della crescita umana, prima ancora che cestistica di tutti i ragazzi del settore giovanile e ringrazia di cuore tutto lo staff tecnico societario per l’impegno e la serietà dimostrata.

Assente, per indisposizione dell’ultima ora, l’head coach Andrea Diana, pure lui un giovane allenatore al quale la Società a dato spazio affidandogli la prima squadra e confermandogli fiducia nella sua prima e vincente esperienza su una panchina di A2. Diana ha dimostrato, nel corso di tutto il campionato, di credere nei giovani sfruttando o creando occasioni per lasciare a loro spazi importanti, in momenti propizi, non per obbligo ma per una precisa scelta di valorizzazione più volte sottolineata dallo stesso coach.

Stasera Andrea Diana è stato sostituito da uno dei due assistenti Max Giannoni altrettanto giovane e serio professionista, fu proprio lui a guidare, nella scorsa stagione, l’under 19 ai successi nazionali. Stasera non è presente ma non si può non ricordare che anche il secondo assistant coach della Leonessa, Matteo Cotelli, è un giovane bresciano.

Il G.M. Ferencz Bartocchi, dall’alto del suo ruolo è in realtà molto vicino ai giovani nei quali crede fermamente tanto da aver accompagnato lui stesso gli under 19 a Napoli ed averli sostenuti in questa importante esperienza.

Senza voler essere retorici o banali ma non si può non affermare che le occasioni per i giovani non nascono da sole ma si creano dentro un progetto ben preciso e con intenso lavoro ma anche tanta fiducia e solo così producono risultati e soddisfazioni per tutte le parti coinvolte, siano esse società sportive o civili.

Domenica Brescia affronterà Trapani a chiusura del campionato, per poi “staccare” dalle competizioni ufficiali fino a domenica 3 maggio quando sarà impegnata in gara 1 dei quarti di finale play off contro un’avversario, ancora ignoto, che uscirà vincente dagli ottavi di finale, secondo la formula prevista dal regolamento di Lega.

Basket forever

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Instagram
RSS
Follow by Email
Google+
Google+
http://www.baskettiamo.com/baskettiamo/archives/8760/i-giovani-a-brescia-una-questione-centrale
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.