Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Justin Knox e Alessandro Amici si spartiscono la palma di MVP di Kontatto BO – Dinamica MN

Justin Knox e Alessandro Amici si spartiscono la palma di MVP di Kontatto BO – Dinamica MN
Follow and like us:

FORTITUDO KONTATTO BOLOGNA

MANCINELLI: Voto 7. Oh Capitano, mio capitano. Molto cercato, si è fatto trovare a sprazzi, ma alla fine è risultato decisivo. Una tripla dall’angolo (non sua) un canestro in avvicinamento ( roba del suo repertorio) , il tutto negli ultimi 90 secondi di partita. Punteggio di partenza? 75-75. Bravo. In27 minuti, 14 punti 5/11 dal campo e 15 di valutazione.

CANDI: Voto 5. Non la sua gara. Fa impazzire il coach che in conferenza stampa dirà di averlo mandato piu’ e piu’ volte a quel paese. Lui non entra mai in partita e riesce nell’impresa di far prendere un rimbalzo in attacco al suo uomo che aveva appena tirato da 3.Svagato alla ennesima potenza. In 24 minuti 2 punti con 1/4 dal campo.

LEGION, voto 6. Non è il “bel Legion” visto contro Treviso; non è il “brutto Legion” visto contro Trieste. E’ un Legion onesto, quello che fa tanta fatica a ritagliarsi il suo momento ma che alla fine, nel momento in cui Mantova sembra allungare, chiude il gap. Nel terzo quarto fabbrica 10 dei suoi 13 punti. Serve, eccome. In 30 minuti 5/13 dal campo, 13 punti e 5 falli subiti.

RUZZIER, voto 6. Partita sufficiente. Buona per i 9 assist, scarsa per gli errori al tiro (compreso il sottomano a 15” dalla fine). Ha il merito di cercare con continuità Justin Knox, ha il demerito di non prendersi responsabilità in prima persona in attacco. In 28 minuti, 3 punti con 1/4 al tiro e 9 assist.

MONTANO, voto 6: Senza infamia e senza lode. Partita ai margini. Partito in quintetto non riesce mai ad accendersi. Fa un avanti e indietro dalla panchina che sembra un avanti e indietro dalla pizzeria dal ragazzo che ti porta la pizza da asporto. Gioca al di sotto del suo minutaggio e incide il giusto (peraltro è la seconda gara che il coach forse lo “dimentica” un po’). In 12 minuti, 7 punti con 2/6 dal campo

GANDINI, voto 6: Di stima, si direbbe. Gioca 6 minuti, tempo per prendersi 4 sberle, dare 2 cazzotti, sporcare un paio di rimbalzi e buttare sul ferro un paio di liberi ( peccato!). Fa quello che gli si chiede. In 6 minuti 0/2 ai liberi, 2 rimbalzi.

RAUCCI, voto 7: Nel secondo quarto è fondamentale. Trova due triple in uscita dai blocchi in angolo che sono ossigeno puro. Chiude il quarto con un sottomano rovesciato che da il vantaggio con cui si va all’intervallo ( che è un vantaggio che fa sempre morale). Nel finale subisce Amici ( che peraltro questa sera chiunque avrebbe subito). In 24 minuti, 8 punti con 3/5 al tiro e 4 assist.

KNOX, voto 8 (m.v.p.). Grande partita del colored. Intensa, concreta, attenta e anche cattiva ( finalmente cattiva). Anche Martellossi nel dopo gara ammette che una partita così da Knox non se la aspettava. Ha fatto canestro da sotto, da fuori, da 3. Si è anche battuto sotto come raramente si vede fare. In 33 minuti, 27 punti con 13/21 al tiro e 7 rimbalzi per 26 di valutazione.

ITALIANO, voto 5,5: Non la sua migliore serata. Inizia con il fare a sportellate con Amici ( rimediando anche un antisportivo a favore) poi ripiega lui sesso nei falli, anche banali, che di fatto lo tolgono dal vivo della partita. In 13 minuti, 6 punti con 1/3 dal campo.

BONICIOLLI: VOTO 6,5. Sceglie ancora una volta di difendere sull’ultima azione, come lo scorso anno contro Trieste. Stavolta è la scelta giusta ( l’anno scorso fu sbagliata). Questo è quello ( parole del coach) che si può definire come “riequilibrio” ( chiara allusione al derby dell’epifania). La Fortitudo è a meno 6 dalla vetta, meno 4 (con una gara in piu’) dai cugini… Il coach dice che non interessa la posizione… ma ne siamo poi così sicuri?

 

DIMANICA GENERALE MANTOVA

DANIELS, voto 6,5: Buona gara,12 punti e 14 rimbalzi, discreta presenza in attacco. Certo, contro lo Knox di oggi sarebbe stato difficile per chiunque ( Justin ha colpito da sotto e da fuori), ma la sua gara la fa. In 27 minuti 12 punti con 5/11 al tiro totale, 20 di valutazione

VENCATO, voto 6: Piu’ per gli altri ( 4 assist) che per se stesso (1/4). Colpisce un dato, il suo plu-minus ( +11). Il che significa che quando Mantova ha dato il meglio era in campo. In 19 minuti, 2 punti con 1/4 dal campo.

GIACCHETTI, voto 5. Tanto del voto sta nell’ultima strana e pazza scelta. Non sono pochi 8 secondi per capire consa poter fare… con Amici “on fire” e Corbett come possibili terminali… invece… dall’alto della tua esperienza ti inventi un tiro che non sta né in cielo né in terra. Fosse un ragazzino… ma è tutt’altro e di finali così ne avrà giocati a decine. Per il resto non incide. In 23 minuti, 4 punti con 1/5 ( 0/3 da 3).

TIMPERI, voto s.v.: 3 MINUTI di campo, non giudicabile

CANDUSSI, voto 6,5: Ci è piaciuto per come ha tenuto il campo. Lo stesso effetto deve averlo fatto a Martellossi che lo ha tenuto in campo 29 minuti ( di media ne gioca 19). Cade in un paio di errori banali di gioventu’ ( soprattutto il fallo che porta Mancinelli a un comodo 2+1 è sanguinoso. Ma si batte anche con armi, vedi la metodologia dei blocchi ( molti in movimento) da veterano. In 29 minuti, 7 punti con 3/6 e 7 rimbalzi.

CASELLA, voto 6: Fa male con una tripla in transizione che porta Mantova la piu’ 6 nel corso del terzo quarto. In quel momento in cui gli ospiti avevano la totale inerzia della gara era in campo. Poco di altro ( forse anche qualche fallo veniale lontano da canestro su Legion evitabile). In 14 minuti, 5 punti con 2/4 dal campo.

AMICI, voto 8 (m.v.p.): Si spartisce insieme a Knox la palma del migliore in campo. In un ambiente ostile ( molto ostile) fabbrica una partita di altissimo livello. Tiene in ansia tutta la Fortitudo ( e tutto il Paladozza) e negli ultimi 5 minuti entra pure in “trance agonistica” tale per cui ogni volta che si alza dall’arco son 3 punti assicurati. I numeri dicono il resto: in 25 minuti, 27 punti con 2/5da 2, 6/8 da 3, 5/6 dalla linea, 9 rimbalzi, 8 fali subiti, per 35 di valutazione. Mostruoso.

CORBETT, voto 7: Plus minus di +19, con lui in campo Mantova va. Gioca da sesto uomo. Unica pecca l’aver forse sparacchiato un po’ troppo dall’arco (1/6). In 25 minuti, 13 punti con 5/11 dal campo e 4 assist.

GERGATI, voto 6 Il capitano fa il suo. Anche se sta in campo quando la squadra fatica ( plus-minus -17) Però non butta quasi niente. In attacco quando si prende iniziative quasi mai finiscono male. Forse gli si può imputare una presenza che di fatto è una compresenza; d’altro canto non pare avere le qualità tecniche per potere prendersi sulle spalle la squadra. In 22 minuti, 9 punti con 4/7 dal campo.

BRYAN, voto 4,5: Nota stonatissima. In assoluto il peggiore in campo per distacco. Martellossi lo prova in due frangenti ottenendo risultati fallimentari. Il nulla in attacco, poco di pi nella metà campo difensiva ( Knox con lui va a nozze). In 11 minuti, 0 punti, 0/1 e 1 di valutazione ( per i 2 rimbalzi).

MARTELLOSSI, voto 5: Pesa la gestione dell’ultima palla e l’attaccarsi ad una direzione arbitrale che se ha sbagliato ha sbagliato da ambo le parti. Non ha neppure dato, ne dopopartita, spiegazione alla gestione dell’ultimo possesso. Il che fa presupporre che a) la gestione doveva essere quella o b) non ha idea di come doveva essere gestita.

Arbitri: BARTOLI, SALUSTRI e NUARA, voto 6: Gara difficile e questo vale un mezzo punto. Gara gestita con polso molto largo nei primi due quarti ( pochissimi fischi). Diverso metro nel secondo tempo anche se stupisce il fatto che Mantova, nel quarto periodo commetta il primo fallo dopo oltre 6 minuti. Linea valutativa tutto sommato lineare ( due errori sulla infrazione di campo, ma stessa valutazione nell’errore) e quindi, perché no, sufficienza.

468 ad

Lascia un tuo commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Twitter20
Visit Us
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.