Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Cremona ha un Ricci nel motore e batte Trieste 87-78

Cremona ha un Ricci nel motore e batte Trieste 87-78
Follow and like us:

Peric vs Crawford – foto Passamonti/Baskettiamo.com

La Vanoli Cremona ha la meglio su una combattiva Alma Trieste, anche grazie ad una super-prestazione nell’ultima frazione di Ricci.  Il pubblico del PalaRadi attende la propria squadra al riscatto dopo due sconfitte consecutive, che bruciano ancora per motivi differenti. Trieste cerca la continuità e conta di poter espugnare Cremona. Coach Sacchetti non può ancora disporre di Stojanovic e in settimana ha dovuto fare i conti con un risentimento tendineo di Saunders, comunque disponibile.

I quintetti – La Vanoli schiera Ruzzier, Saunders, Crawford, Aldridge e Mathiang. Coach Dalmasson oppone Fernandez, Silins, Sanders, Peric e Knox. Trieste parte decisa e, con Silins e Peric, si porta sul 13-6 al 7′. Cremona fatica a rimbalzo in attacco con Mathiang. L’unico che riesce ad attaccare il canestro con una certa efficacia è Crawford; Sacchetti ci parla sopra. I biancoblu si fanno più aggressivi e, sulla tripla di Diener che vale il -1, Dalmasson chiama timeout. Aldridge ne mette altri 5, ma Peric finalizza l’alley-oop dalla rimessa per il 19-18 Cremona, che chiude la frazione.

2° quarto – I padroni di casa partono bene con due canestri consecutivi di Demps; Trieste fatica a tornare a canestro, grazie ad una difesa finalmente aggressiva di Cremona. Alla bomba di Ruzzier risponde Silins, pressoché infallibile dai 6,75. Ruzzier, triestino di nascita, segna il +9 Vanoli (32-23). Sanders scalda la mano e ne mette tre da 3 punti (38-34). Segna Saunders, ma l’ennesima tripla di Silins e la persa che permette a Wright di segnare il -1 costringono Sacchetti al timeout. Si va alla pausa lunga sul 40-39. L’Alma stravince il confronto nel tiro dall’arco (50% contro il 27%) e cattura 2 rimbalzi più della Vanoli.

3° quarto – Trieste va a nozze con la fisicità dei suoi lunghi, che stoppano ripetutamente gli avversari, sui due lati del campo. A Peric e Mosley rispondono con due triple Aldridge e Crawford. Va a referto anche Ricci, dai 6,75; Fernandez gli risponde prontamente, segnandone 2 di fila (51-52). Si continua a giocare punto a punto, sino al 61-61 che manda le squadre all’ultima pausa.

4° quarto – Il parziale di 11-5 della Vanoli (72-66 al 5′), induce Dalmasson alla pausa tecnica. Il rientro in campo è marcato da Ricci, autore di una tripla e 2 liberi (+11). Non è però finita: Sanders ne mette 5, quando mancano 3′ alla sirena. Wright la mette da 3 (-4). Le squadre sono in bonus e buona parte del risultato passa ora dalla lunetta. Finisce 87-78 per la Vanoli, che fa tesoro del monumentale quarto di Giampaolo Ricci, fatto di  12 punti, 4 rimbalzi e 3 falli subiti. Cremona torna alla vittoria e guarda con rinnovata serenità al suo percorso. Per Dalmasson qualche interrogativo in più, dato il livello tecnico ed atletico del roster a sua disposizione.

Magic moment & Man of the match – Come già riferito, il 4° quarto di Cremona, in particolare di Ricci, consegna di fatto una vittoria sino ad allora in bilico, ai biancoblu.

Numbers – Miglior assist-man Saunders (7). Mathiang miglior rimbalzista (14). Sanders tira con l’80% da 3 (4/5). 16 le palle perse da Trieste, contro le 9 di Cremona.

Vanoli Cremona – Alma Trieste 87-78 (19-18; 21-21; 21-22; 26-16)

Cremona: Saunders 10, Feraboli, Gazzotti, Diener 5, Ricci 15, Demps 4, Ruzzier 12, Mathiang 9, Crawford 24, Aldridge 8. Allenatore Sacchetti

Trieste: Coronica, Peric 12, Fernandez 12, Schina ne, Wright 7, Janalidze, Silins 16, Cavaliero 2, Da Ros 6, Sanders 12, Knox 10, Mosley 1. Allenatore Dalmasson

468 ad

Lascia un tuo commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Twitter20
Visit Us
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.