Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Venezia domina poi si fa sorprendere da Bonn

Venezia domina poi si fa sorprendere da Bonn
Follow and like us:

Nel dodicesimo turno di Champions League, al Taliercio di Mestre, la Reyer Venezia perde contro i tedeschi di Telekom Baskets Bonn per 69-73. Una Venezia che gioca un match a strappi, sostanzialmente conduce per tutta la gara, per poi cedere solo nel finale di partita grazie al carattere e alla sostanza degli avversari. Per Bonn grande prova di Antnhony DiLeo, autore di 12 punti (di cui 10 nell’ultimo periodo) con 4/4 da due punti, 4/4 ai liberi, 6 assist e 5 rimbalzi.
È il play guardia americano con passaporto tedesco a guidare, con un magistrale finale, i suoi alla meritata vittoria finale. Per Venezia un sontuoso primo periodo di Deron Washington che ne scrive 17 (15 nel primo quarto) in 19 minuti di gioco.
Gli ultimi 10’ minuti sono fatali alla Reyer con un pessimo 5/17 dal campo. Gli orogranata, con la tripla di Tonut, a 7 minuti dalla sirena di fine partita sono sul +7 (62-55), da lì si spegne la luce e un parziale clamoroso per i tedeschi di 7-18 è letale per i padroni di casa.
Venezia in classifica è ancora seconda con 8 vinte 4 perse per un totale di 20 punti. Per Bonn, con questa vittoria 5 vinte e 7 perse per un totale di 17 punti, si riapre la possibilità di qualificarsi ai playoff.
Primo quarto: De Raffaele parte con questo starting five: Haynes, Stone, Washington, Mazzola e Vidmar. Coach O’Shea risponde con: Mayo,
DiLeo, Polas Bartolo, Subotic, Breunig. Parte meglio Bonn che velocemente si porta sul (5-7), subito dopo sale in cattedra Washington con 10 punti di fila (15-10) al 7’. Due triple in sequanza, la prima di Bircevic, la seconda Hanlan portano avanti gli ospiti sul 16-15 ma, il solito Washington e Austin Daye sono i protagonisti del +5 Reyer. La frazione si chiude sul 23-18.
Secondo quarto: Bramos apre subito con una tripla che vale il +9. L’inerzia del match è sempre nelle mani dei padroni di casa, al 16’ (37-28) grazie a Vidmar e Watt. Subotic porta a -6 i tedeschi. Polas Bartolo riduce il divario prima dell’intervallo lungo 40-35.
Terzo quarto: Venezia continua a condurre saldamente la partita, Haynes mette il primo canestro del periodo, ancora Mitchell Watt sigla il +7 al 25’. Il Montenegrino Subotic mette i punti del -5 e poco dopo il serbo Bircevic mette la bomba del -4 (54-50) a 1’21” e poi è ancora Bircevic a mettere il canestro del -2. Tonut chiude la terza frazione sul 56-52.
Quarto quarto: si apre con i punti DiLeo. Venezia si porta sul +7 grazie alla tripla di Stefano Tonut (62-57) a 7 minuti dalla fine. Da qui la partita ha una svolta e cambia. Gli uomini di Coach O’Shea, trascinati da un DiLeo superbo, non sbagliano più nulla. Mayo mette la tripla del -2 e subito dopo Di Leo pareggia (62-62). I Tedeschi passano avanti (64-66), Daye impatta. Breunig sigla due liberi (67-69). Di Leo, su fallo sistemistico di Venezia, segna i due liberi che valgono il +4 (67-71). Nel finale Venezia sbaglia tanto e si affida alle giocare di Quez Haynes che stavolta non hanno effetti positivi. La partita si conclude sul 69-73.

UMANA REYER VENEZIA – TELEKOM BASKETS BONN 69-73

(23-18, 40,35, 56-52)

Umana Reyer Venezia: Haynes 6, Stone 2, Tonut 10, Daye 9, De Nicolao 3, Vidmar 4, Washington 17, Giuri, Mazzola, Cerella ne, Watt 11. Coach: Walter De Raffaele.
Telekom Baskets Bonn: Reischel 2, Hanlan 3, Subotic 16, Bircevic 9, Di Leo 12, Polas Bartolo 6, Mayo 11, Webb 5, Breunig 12, Jasinski ne, Meister ne, Suciu ne.

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.