Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Axpo Legnano – Rinnovabili Agrigento: Knights chiamati alla conferma in casa

Axpo Legnano – Rinnovabili Agrigento: Knights chiamati alla conferma in casa
Follow and like us:

Dopo la temeraria e vittoriosa prova fornita domenica contro la ex vicecapolista Bergamo,

uscita sconfitta 92-87 dal PalaBorsani, l’Axpo è chiamata a replicare quanto di buono fatto vedere contro gli orobici nella gara che giovedì li vedrà opposti (sempre in quel di Castellanza) alla Fortitudo Moncada, nel secondo e ultimo turno infrasettimanale previsto dal calendario.

Reduce da due successi casalinghi in casa (l’ultimo ottenuto in maniera piuttosto agevole ai danni della Leonis Roma), la formazione di coach Franco Ciani inaugurerà la prima di tre trasferte in quattro gare contro una Legnano che, sospinta dall’entusiasmo per una vittoria conquistata contro pronostico che le ha permesso di allungare ulteriormente sull’ultimo posto occupato da Cassino, andrà alla caccia di altri due punti (mai in stagione i biancorossi hanno trionfato in due incontri consecutivi) cercando di fare un altro passo avanti per quanto concerne la continuità di gioco sui 40 minuti. Domenica scorsa infatti, prima di dare la quarta gioia stagionale al proprio pubblico, i Knights hanno dovuto far fronte all’ennesima partenza ad handicap del loro campionato e ad alcune brevi pause che alla fine potevano costare care.

Oltre perciò a un miglioramento nella gestione della gara, dall’Axpo poi ci si attende anche un maggior sforzo collettivo nella propria metà campo dove gli 83,4 punti subiti di media (quarta peggior difesa a Ovest) sono un macigno sempre pronto a condannarla.

Agrigento, nell’approccio al match, terrà conto di ciò come dei punti di forza dei lombardi (l’attacco nelle ultime sei uscite ha prodotto 83 punti di media) preparandosi a compiere uno sforzo extra in difesa sul perimetro per raffreddare le mani dei rivali (Legnano è quinta per percentuale e quarta per triple segnate a partita), limitando contemporaneamente le palle perse (neo anche dei biancorossi) e facendo valere il proprio peso (quinta per rimbalzi offensivi a gara) e bagaglio di soluzioni dentro l’area (seconda per tiri realizzati da due punti di media) in attacco.

Non solo: la lunghezza delle rotazioni siciliane e la conseguente pericolosità di più uomini consentirà agli ospiti di non dare molti punti di riferimento in difesa ai padroni di casa. Jalen Cannon (capocannoniere della squadra e terzo per percentuale da due del girone), Amir Bell (decimo del campionato per assist), Lorenzo Ambrosin (decimo per recuperi di media) e l’imprevedibile Simone Pepe compongono un quartetto di atleti tutti in doppia cifra di media per la Fortitudo, la quale poi, a turno, può contare su uno o più protagonisti diversi a seconda delle circostanze. Così può capitare che, a volte, l’indiziato sia l’italo-brasiliano Dimitri Sousa (11 punti in 16 minuti contro la Leonis) come Giacomo Zilli (secondo rimbalzista della squadra) o l’esperto capitano Marco Evangelisti, chioccia dei più giovani Edoardo Fontana e Tommaso Guariglia (entrambi autori del loro massimo stagionale con 10 punti proprio all’andata contro Legnano).

Contando su questi uomini e distribuendo così minuti e responsabilità, lo staff siculo spera di ripercorrere almeno a grandi linee il copione della gara di andata quando la Moncada (con 5 giocatori in doppia cifra) mise in ghiaccio il match tra secondo e terzo quarto, quest’ultimo altro scoglio solitamente pericoloso per i Knights che in più momenti quest’anno sono usciti male dagli spogliatoi consegnando sé stessi e le redini della gara agli avversari.

Come già visto contro Bergamo tuttavia, Legnano stavolta potrà contare su un’importante arma in più tra le proprie fila per venire a capo a questo problema. In occasione della trasferta in Sicilia infatti l’Axpo non aveva ancora assoldato Charles Thomas, giocatore che in Lombardia ha portato solidità e leadership testimoniate dalle cifre messe assieme dopo le prime tre sfide disputate con la maglia biancorossa: i 27 punti di media con il 64,8% dal campo e l’88% ai liberi sono frecce quasi letali nell’arco legnanese che certamente, anche contro i biancazzurri, coach Mazzetti proverà a far scoccare nel tentativo di centrare quel secondo successo consecutivo in 5 giorni che potrebbe aprire scenari davvero interessanti in ottica salvezza.

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.