Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Cremona si prende la rivincita e batte Milano 76-72

Cremona si prende la rivincita e batte Milano 76-72
Follow and like us:

In un palazzetto vestito a festa, la Vanoli Cremona batte la capolista AX Armani Echange Milano 76-72. Tutto esaurito al PalaRadi per il derby d’alta quota della 23a giornata: di fronte la Vanoli, reduce dalla pesante sconfitta di Varese e la capolista AX Armani, desiderosa di scrollarsi di dosso la scimmia che l’ha perseguitata nelle ultime tre partite (due sanguinose sconfitte in Eurolega e la sconfitta interna ad opera della Reyer). Toccante l’esecuzione dell’inno nazionale, esaltato dalla raffinata voce di Brenda Carolina Lawrence. Molto bella la coreografia offerta dai gruppi Cuore Biancoblu e G.D.P.

Brenda Carolina Lawrence/Dave Lawrence/foto Vanoli Basket Cremona

 

Quintetti – Cremona schiera lo starting consueto, ovvero Diener, Saunders, Crawford, Aldridge e Mathiang. Milano oppone Cinciarini, Nunnally, Micov, Brooks e Tarczewski. Difese attente: se da una parte la Vanoli limita la transizione offensiva meneghina, paga dazio in attacco. A metà del quarto le squadre sono comunque sul 6-9; in un minuto l’Olimpia doppia i padroni di casa (8-16), grazie a Nunnally e Brooks. Massimo vantaggio Milano a 2′ dalla sirena (11-22). Nunnally (11 pt) è immarcabile dal vertice sinistro e sospinge Milano sino al 16-24.

2° quarto – Prime fasi contratte, ancora una volta grazie a difese molto intense: Cremona rosicchia tanti punti a Milano. Quando Mathiang inchioda il 26-28, Pianigiani richiama i suoi in panchina. Il ferro sputa un’infinità di tiri ai biancoblu: la Vanoli deve attendere il 7′ per impattare (28-28) con Mathiang. Crawford fa 2/2 dalla lunetta e la Vanoli agguanta il suo primo vantaggio. Milano infligge un  break di 6-0 e Sacchetti chiama timeout (30-34). Segna Jerrells, Diener fa 2/2 dalla carità e le squadre vanno alla pausa lunga sul 32-36 per l’Olimpia. Cremona paga il 2/14 al tiro da 3, ma si fa preferire a rimbalzo (22/19).

3° quarto – Saunders è in forma strepitosa: oltre a dominare in difesa, mette 4 punti di fila che valgono il 38 pari. Mathiang sporca un sacco di palle ed incide anche nel pitturato avversario: la partita si gioca ora punto a punto. Ricci tiene Cremona incollata (45-46) grazie a una tripla a 3′ dalla fine del parziale. Tarczewski dalla lunetta non è propriamente una sentenza (1/6), sicché l’Olimpia non riesce ad allungare come vorrebbe. Il quarto termina col 3/3 dalla carità di Nunnally, che vale il +4 Milano (47-51).

4° quarto – Cremona parte forte, imponendo un parziale di 11-2: il PalaRadi esplode quando Mathiang serve un assist a Diener (56-53). Pianigiani chiede la pausa tecnica. Tarczewski e Cinciarini tengono lì l’Ax e, sul 62-61, Sacchetti chiama i suoi a rapporto. Crawford si accende e piazza 7 punti in un minuto: a 2’11” dal termine Cremona è a +6 e Pianigiani ferma i giochi per parlarci sopra. Esce Mathiang per falli e Tarczewski spadroneggia, ma ormai si gioca dalla lunetta. Vince la Vanoli Cremona, meritatamente, 76-72. Milano può invocare l’attenuante della stanchezza accumulata negli ultimi dieci giorni, ma la profondità e la differenza dei roster è tale da non sminuire affatto la vittoria di Cremona. In virtù dei risultati sugli altri campi, la Vanoli consolida il terzo posto in classifica.

Magic moment – Il 4° quarto di Cremona (29-21) schianta le velleità della capolista, che può infine contare sul solo Tarczewski per rimanere in partita.

Man of the match – Drew Crawford, autore di 24 punti, 3 rimbalzi e 8 falli subiti, per 22 di valutazione. Se non fosse uscito per falli, probabilmente la palma di uomo-partita sarebbe toccata a Mathiang, autore di 12 punti , 13 rimbalzi , 2 assist, per 21 di valutazione.

Numbers – MVP di Lega Nunnally (29), autore di 19 punti (3/5 da 2, 2/4 da 3, 7/7 ai liberi, 4 rimbalzi e 6 assist). Miglior assist-man Diener (8). Entrambe le panchine hanno portato in dote 14 punti. Cremona tira da 3 solo col 18% (5/28).

Vanoli Cremona – AX Armani Echange Milano 76-72 (16-24, 16-12, 15-15, 29-21)

Cremona: Saunders 13, Feraboli ne, Gazzotti, Diener 11, Ricci 8, Ruzzier, Mathiang 12, Crawford 24, Aldridge 2, Stojanovic 6. Allenatore Sacchetti

Milano: Della Valle, Micov 2, Fontecchio 2, Tosi ne, Tarczewski 21, Kuzminskas 2, Cinciarini 8, Nunnally 19, Burns 4, Brooks 8, Jerrels 6, Omic ne. Allenatore Pianigiani

 

 

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.