Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Una sontuosa Trieste abbatte Venezia

Una sontuosa Trieste abbatte Venezia
Follow and like us:

Nella 27ª giornata di Serie A, al Pala Rubini, una sontuosa Alma Trieste spinta da un tifo meraviglioso asfalta e batte la Reyer Venezia per 104-85. Gli uomini di De Raffaele con Vidmar in tribuna e Stone in non perfette condizioni, resistono solo due quarti ai ragazzi di Dalmasson, poi crollano sotto i colpi dello sloveno Dragic e compagnia.
Trieste alla fine avrà 6 uomini in doppia cifra con percentuali sbalorditive dal campo (24/37 65% da due) e (12/25 48% da tre). Venezia a parte un super Watt, autore di 26 punti con 10/12 dal campo e 10 rimbalzi, il resto malissimo. Gli alabardati sono in striscia positiva da cinque turni e ormai sono ad un passo dai playoff.
1° quarto: Coach Dalmasson parte con questo starting five: Wright, Dragic, Sanders, Da Ros, Knox. Dall’altra parte risponde Coach De Raffaele con : Haynes,Tonut, Bramos, Mazzola e Watt.
Venezia in avvio va avanti velocemente sul (6-12) grazie all’asse Haynes eWatt. Si segna con grandi percentuali dal campo (10-15) al 4’. Trieste, per merito degli esterni Dragic e Wright si porta sul (24-24) al minuto 8’. La schiacciata di Mosley vale il sorpasso e poco dopo Da Ros sigla il +4, i giuliani allungano fino al +6, nel finale, De Nicolao, mette la tripla del 30-27.
2° quarto: apre la tripla di Cavaliero, poi il protagonista diventa Juan Fernandez, mette otto punti di fila per il massimo vantaggio dei padroni di casa (41-30) al 12’. La Reyer ricuce lo strappo grazie ai punti di Daye e il solito Watt (46-41). È la volta dell’ex di turno Peric a siglare il +10 con una tripla frontale. Watt e Knox commettono entrambi il terzo fallo, il punteggio è altissimo (54-50) al 17’.
Dragic predica letteralmente pallacanestro, il finale è tutto suo. Finisce il primo tempo 61-55.
3° quarto: Pronti via e Trieste vola sul +14 (69-55) con un parziale aperto di 8-0 con la tripla di Daniele Cavaliero. A differenza del primo tempo l’Alma difende fortissimo, l’Umana segna soli due punti, con Watt, nei primi 8 minuti di gioco. Knox mette i punti del massimo vantaggio +17. Trieste, spinta da un Pala Rubini in modalità bolgia, non si ferma più e Da Ros il canestro del +19, Fernandez, dall’angolo, segna il +21 (78-57) un parziale complessivo di 17-2 per gli uomini di Dalmasson. Il passivo, di una Reyer in grande difficoltà, diventa di-23 (82-59). Si chiude con il canestro di Watt, 82-63.
4° quarto: Venezia parte bene nell’ultimo periodo e con la tripla di Haynes si porta a -14, ma dall’altra parte, Fernandez, con la solita bomba, replica prontamente. Negli ultimi 5 minuti di gioco Trieste controlla il match senza il minimo problema. Per Venezia l’unico a non arrendersi è il solito Watt.
Il finale è tutto dell’ex Venezia Peric con i 12 punti messi a referto in un amen. Finisce 104-85 con i 6500 tifosi triestini ad intonare «vinceremo il tricolor»
Alma Trieste – Umana Reyer Venezia 104-85 (30-27, 61-55, 82-63).
Trieste: Coronica ne, Peric 15, Fernandez 15, Wright 12, Strautins 4, Cavaliero 12, Da Ros 9, Sanders 2, Knox 6, Dragic 19, Mosley 12, Cittadini ne. Coach Eugenio Dalmasson.
Venezia: Haynes 15, Kennedy 5, Stone, Bramos 2, Tonut 12, Daye, De Nicolao 5, Biligha 4, Giuri ne, Mazzola 10, Cerella ne, Watt 26. Coach Walter De Raffaele.

MVP: Dragic

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.