Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

NBA PLAYOFFS – NOTTE DEGLI ESAMI SUPERATI PER I BUCKS

NBA PLAYOFFS – NOTTE DEGLI ESAMI SUPERATI PER I BUCKS
Follow and like us:

Gara 1 anche delle Eastern Conference Finals.

Una Finale inedita, e nonostante il miglior record della Regular Season erano i Bucks i meno testati a questo livello. L’esame è stato ampiamente superato: hanno prevalso grazie alla difesa e alla loro solidità mentale. Per tutta la gara, fino al quarto finale, hanno faticato tantissimo da 3 punti: dopo il terzo periodo erano al 17%, ma si sono tenuti in partita perchè hanno sempre eseguito il loro piano anche in attacco trovando tante lunette (27 vs 20) e tanti rimbalzi (60 vs 47, 15 offensvi). In una gara in cui nessuna delle due formazioni è riuscita a superare il 40% dal campo è quasi impossibile trovare grandi prestazioni al tiro, ma il 5/9 di Brogdon per 15 pti dalla panchina per MIL è stato un impulso notevole, oltre ovviamente al contributo dello Pterodattilo (24-10-6, 2 rec, 3 stoppate) e a quello dello MVP della partita, Brook Lopez. Gemello Brook, che veniva da una serie scarsa contro i Celtics (5pti col 29% dal campo), è esploso nella serata della vita grazie a 29+11 con 4 stoppate, e 3 triple nei momenti decisivi del match. I Bucks infatti nel secondo tempo sono tornati a galla da due differenti -10, l’ultima volta negli ultimi 4 minuti quando con un parziale di 10-0 (da 98-100) hanno rimesso il naso avanti e chiuso la gara, lasciando i Raptors del tutto scoreless: 108-100 il risultato. Toronto è sparita nei momenti decisivi nonostante una partita quasi perfetta del Subcomandante Lowry: 30-8-2 con 7/9 da 3 e l’impressione, per come si faceva trovare ovunque, che abbia rubato 3000 palloni e preso 9000 sfondamenti. Un fattore evidente nel quarto periodo è stata la stanchezza di quasi tutti i Raptors (TOR ha dato il sangue per battere Phiadeplphia in 7, MIL ha passeggiato con Boston in 5) e soprattutto Kawhi (31-9-2 con 23 rec), difeso bene sia 1 vs 1 (grande partita di Middleton, che l’ha pagata in attacco tirando 4/12) sia sui raddoppi sia sui grappoli, ovvero l’aggrupparsi di minimo 4 Cerbiatti su Leonard quando questi si avventurava in incursioni nel pitturato; il coach dei Bucks, Budenholzer, ha scelto di farsi battere, eventualmente, dagli altri Dinosauri non da Leonard e gli è andata molto bene. Leonard infatti ha segnato solo 2 pti nel quarto periodo dopo averne messi 16 nel terzo.

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.