Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Cremona soffre Trieste, ma ha la meglio nel finale

Cremona soffre Trieste, ma ha la meglio nel finale
Follow and like us:

Si apre con la vittoria per 82-75 sulla Alma Trieste il percorso della Vanoli Cremona ai play off.
Gara 1 dei quarti fa incrociare la Vanoli Cremona con l’Alma Trieste, serie dall’esito apertissimo se ve n’è una, al di là dal piazzamento in regular season (2a – 7a). Grande entusiasmo al PalaRadi, come prevedibile; buono il seguito di tifosi giuliani, che riempiono tutto il settore loro riservato. Nelle file dell’Alma c’è l’indimenticato Hrvoje Peric; nel parterre tanti gli addetti ai lavori, tra cui coach Luigi Gresta, ricordato con grande affetto a Cremona. Prima della partita, Meo Sacchetti ha ricevuto l’omaggio del PalaRadi per festeggiare l’aggiudicazione del premio quale Miglior Allenatore della regular season.

L’omaggio del PalaRadi a coach Sacchetti – foto Passamonti/Baskettiamo

 

Quintetti – Entrambi i roster sono al completo: nessuna sorpresa negli starting five. Sacchetti schiera Diener, Saunders, Crawford, Aldridge e Mathiang. Dalmasson risponde con Wright, Dragic, Sanders, Peric e Knox. Ritmo elevato in partenza, con difese attente a limitare gli attacchi avversari, che faticano ad andare a canestro. Subito in evidenza Diener, che piazza due triple in 4′; Trieste tiene testa grazie a Dragic e Knox. A metà parziale le squadre sono sul 13-10. Il break 6-0 di Cremona è firmato Mathiang ed è interrotto dal sempre pungente Dragic (19-14). Peric si carica sulle spalle la sua squadra e la conduce sul -2 (23-21), con l’aiuto di Sanders. La bomba di Dragic fissa il punteggio sul 25-24. 11 di Dragic, 8 di Mathiang, che cattura tutti e 6 i rimbalzi della Vanoli.

2° quarto – Va a segno Ruzzier, ma Strautins la mette dai 6,75 e impatta (27-27). Poco dopo Fernandez gioca l’alley-oop per Mosley, che schiaccia in reverse. Diener la mette da casa sua, ma Strautins risponde immediatamente. Si gioca punto a punto, tra due squadre che si affrontano in maniera quasi speculare, annullandosi a vicenda. Diener è on fire da 3, ma Trieste ha mille risorse, tra cui spicca Da Ros. Mosley rifila due stoppate e permette all’Alma di portarsi avanti 42-39. La Vanoli serra le maglie in difesa, riuscendo a portarsi alla pausa lunga avanti 46-44.

3° quarto – Inizio convulso di secondo tempo: Trieste sporca ogni palla e impone un parziale di 8-2 (48-52), che costringe Sacchetti al timeout. Cremona sembra frastornata e Dragic implementa il vantaggio (+6). La Vanoli si ridesta e impone un 10-0 che la rimette in carreggiata (58-54). Fernandez ferma l’emorragia dei suoi con una bomba, poi il 2/2 dalla carità di Strautins regala il +1 ai giuliani. La dormita difensiva biancoblu nel finale di quarto costa il sorpasso triestino 62-63, ad opera di Mosley.

4° quarto – Apre Ruzzier da 3, Mosley infligge una stoppata a Mathiang, ma Diener colpisce ancora dai 6,75. Non c’è tempo di esultare, che Strautins e Cavaliero incendiano la retina dall’arco grande (68-69). La palla scotta e Saunders toppa l’assist per Mathiang; potrebbe costare molto caro, ma la Vanoli non si perde d’animo e recupera il gap grazie a Saunders e Ruzzier (3). Cremona blinda la propria area e amministra il vantaggio, implementandolo con Crawford, implacabile dalla lunetta. Termina 82-75 una partita vibrante, che ha onorato il basket, ha divertito il pubblico, premiando infine la squadra che meglio ha saputo compattarsi nei momenti di maggior difficoltà. Gara 2 martedì alle 20,45.

Magic moment – Gli ultimi 4′ sono stati lo spartiacque di un match sempre in equilibrio: Cremona cattura tutti i rimbalzi possibili nella propria area (10 sui 13 totali nel parziale), ritrovando al contempo il miglior Crawford in attacco.

Man of the match – Mathiang, che al cospetto di dirimpettai del calibro di Knox e Mosley, realizza una doppia doppia di grande spessore: 11 punti e – udite udite – 18 rimbalzi. Con i 5 falli subiti, si guadagna la palma di MVP (22 val).

Mangok Mathiang – foto Passamonti/Baskettiamo

Numbers – 36 i punti della panchina triestina, 10 da quella cremonese. 5/8 da 3 punti per Travis Diener. 3 stoppate fatte da Mosley.

Vanoli Cremona – Alma Trieste 82-75 (25-24, 21-20, 16-19, 20-12)

Cremona: Saunders 14, Sanguinetti ne, Gazzotti ne, Diener 18, Ricci 2, Ruzzier 8, Mathiang 11, Crawford 21, Aldridge 8, Sojanovic. Allenatore Sacchetti

Trieste: Coronica ne, Peric 9, Fernandez 3, Wright 5, Strautins 10, Cavaliero 5, Da Ros 10, Sanders 4, Knox 5, Dragic 16, Mosley 8, Cittadine ne. Allenatore Dalmasson

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.