Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

La Vanoli Cremona rischia, ma vince sul filo di lana

La Vanoli Cremona rischia, ma vince sul filo di lana
Follow and like us:

Cremona fa sua una partita complicatasi nel finale, battendo Treviso 89-87. La Vanoli inizia il proprio percorso in campionato, dopo il turno di riposo della prima giornata, ospitando la neopromossa Treviso, reduce dalla pesante sconfitta interna contro l’Olimpia Milano. Il PalaRadi presenta un buon colpo d’occhio, sebbene non il sold-out. Formazioni praticamente al completo per i due coach (unico assente Imbrò, da tempo convalescente). Duello ricco di fascino quello che vede opposti Diener e Logan.

Quintetti – Sacchetti schiera Diener, Mathews, Saunders, Tiby e Sobin. Menetti risponde con Nikolic, Logan, Cooke, Chillo e Fotu. Inizio gara equilibrato, con Saunders a dettare il ritmo alla Vanoli, Mathews e Tiby a capitalizzare, mentre Logan e Cooke rispondono colpo su colpo, dall’altra parte. Prevalgono decisamente gli attacchi, ma negli ultimi 90″ Gazzotti dalla linea della carità e De Vico dai 6,75 consegnano il parziale a Cremona, 33-24.

Secondo quarto – Parte meglio Treviso, riducendo il gap con Tessitori e Parks; sul 34-30 Sacchetti chiama il timeout. La Vanoli fatica a rimpinguare il margine, merito di Fotu che ne segna 4 in un amen. Serve il miglior Saunders per dare a Cremona il +6; la De’ Longhi non ci sta e, con Cooke e Parks, si porta a -2 (40-38). Fotu impatta da sotto, ma Diener colpisce dall’arco dei 3 punti. La bomba del capitano innesca una carambola di triple, nell’ordine, di Logan, Akele, Nikolic e Mathews (49-45). Il canestro da 3 punti di Severini manda le squadre alla pausa lunga sul 51-48. Treviso non è mai andata in lunetta nel primo tempo; Cremona realizza invece un 11/14 dalla carità, cosa che le consente di compensare l’ottima percentuale dal campo degli avversari (63,6%, 21/33).

Terzo quarto – L’inizio di Cremona è travolgente: Sobin ne mette 4 dal pitturato, poi Diener fa un paio di magate, prima nascondendo palla e poi tagliando il campo in verticale con un assist per Tiby. Il +9 Vanoli non scompone gli uomini di Menetti, che con le triple di Cooke e Logan riduce le distanze. Mathews ne mette 5, ma le triple di Nikolic e Logan costringono Sacchetti a richiamare i suoi in panchina (64-62). La solfa non cambia e ancora Logan, sul filo dei 24 secondi, porta in vantaggio i suoi (+1). Il parziale di 6-2 a favore della Vanoli fissa il parziale sul 70-67.

Quarto quarto – Mathews realizza 3 punti, ma Diener perde incredibilmente palla ad opera di Nikolic, che realizza il punto del -4. Fotu fa 2/2 ai liberi (i primi di squadra), ma Gazzotti infila due canestri, che valgono il 77-71. Treviso non muore, anzi costringe Cremona a falli in area: il 4/4 dalla lunetta e il canestro di Logan (-2), costringono Sacchetti alla pausa tecnica. Cinque punti filati di Saunders ripristinano il +7 a 2’25” dalla sirena. Il numero 1 in maglia Vanoli segna, recupera palle e smazza assist; non basta alla squadra del c.t. della Nazionale, perché Nikolic è una sentenza. Sul canestro di Tessitori che vale l’87-84, altro timeout di Cremona, a 16″ dalla sirena: il finale è apertissimo. Saunders va in lunetta per un 2/2, ma Logan la mette da casa sua: 89-87 a 12″. Saunders perde palla, ma la Vanoli recupera palla: Mathews si invola a canestro, ma viene stoppato. La palla finisce in out e Cremona vince 89-87. Il punteggio premia la squadra di casa, che registra progressi incoraggianti, ma ha ancora molto da lavorare. Treviso può guardare con ottimismo al proprio percorso, soprattutto grazie a Nikolic e Logan, due garanzie per Menetti.

Magic moment – in una partita punto a punto, gli episodi finali sono sempre decisivi. I 2 liberi segnati da Saunders hanno reso vani i 3 punti di Logan.

Man of the match – Saunders, con 23 punti, 10 rimbalzi, 2 assist, 6 falli subiti per 25 di valutazione, è stato il leader non solo statistico, della Vanoli. Grande energia su entrambi i lati del campo. Un riferimento per i compagni.

Numbers – Logan condivide la palma di MVP con Saunders (25 val.), grazie ai 21 punti (5/7 da 3), 5 rimbalzi e 5 assist. Lo segue Nikolic con 24 di valutazione. Treviso va in lunetta solo nell’ultimo quarto, piazzando un 8/8. Cremona ha dominato a rimbalzo, catturandone 40 contro i 31 degli avversari.

Vanoli Cremona – De’ Longhi Treviso 89-87 (30-24, 21-24, 19-19, 19-20)

Cremona: Saunders 23, Mathews 17, Sanguinetti ne, Gazzotti 9, Diener 5, Ruzzier, Sobin 6, De Vico 3, Tiby 13, Stojanovic 3, Palmi 3, Akele 7. Allenatore Sacchetti

Treviso: Tessitori 8, Logan 21, Nikolic 15, Parks 4, Chillo, Uglietti, Severini 10, Piccin ne, Bartoli ne, Fotu 16, Cooke 13. Allenatore Menetti

468 ad

Lascia un tuo commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Twitter20
Visit Us
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.