Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Decima sconfitta, a Pesaro è contestazione

Decima sconfitta, a Pesaro è contestazione
Follow and like us:

A Pesaro è proprio una stagione no, anche contro una Vanoli Cremona mediocre la VL non ce la fa, al primo soffio di vento i padroni di casa sono usciti dalla partita, senza riuscire più a rientrarci. Pesaro punita per la difficoltà di trovare la via del canestro e la superiorità della squadra di Sacchetti sotto canestro, almeno fino a che c’è stata partita.

La gara

Partenza in equilibrio con Cremona padrona a rimbalzo ma imprecisa dal campo, solo per alcuni episodi nel finale del quarto gli ospiti hanno chiuso il primo parziale a +5 (13-18). I rientri di Chapman e Miaschi allungano le rotazioni di Perego ma nessuno dei due è in condizioni accettabili, così Happ ha vita troppo facile contro Chapman, quasi fermo. Contro la zona di Cremona la squadra di Perego fatica, raramente riesce a dare palla dentro, due triple consecutive di Mathews sono solo la goccia che allarga il divario in maniera definitiva, poco prima dell’intervallo lungo (27-40). Da lì la VL non si rialza più, tra un terzo quarto di totale apatia, con la partita che sembra già finita, è un ultimo parziale disordinatamente all’arrembaggio. Troppi in serata no tra i padroni di casa, non possono bastare l’energia di un ragazzino del 2000 (Eboua) e il talento egoista di Barford. Saunders e Happ, sulla spinta di Ruzzier, hanno avuto la meglio per la Vanoli controllando il vantaggio nel finale.

Magic Moment

Decisivo l’allungo Vanoli sul finire del secondo parziale, l’aver raggiunto il massimo vantaggio all’intervallo lungo ha stroncato la debole resistenza pesarese. Decisive in particolare due triple consecutive di Mathews e il contropiede a 2” dal termine su un banale errore dei padroni di casa pochi secondi prima.

Man of the match

Happ, probabilmente il meno peggio di una partita in cui Saunders ha prodotto buoni numeri ma non è sembrato capace di incidere, mentre Happ ha dominato sotto canestro contro i teneri lunghi pesaresi. Doppia doppia comunque per l’americano che ha dato la svolta alla stagione della Vanoli, 12 punti (anche se con 6/14 dal campo) e 12 rimbalzi, con 4 recuperi e +14 di plus/minus.

Numbers

Brutta partita e brutti numeri, ma due punti importanti per la classifica di Cremona, che ha vinto nonostante 3/11 ai tiri liberi. 47-44 il duello a rimbalzo, testimonianza dei tanti tiri sbagliati. Da parte pesarese da evidenziare, ancora in negativo, 1/16 da 3 punti nei primi 20’, 4/29 alla fine. Se questo era un duello salvezza, la VL continua a non dare segni di vita, ma dagli spalti ormai è contestazione aperta su tutti i fronti.

Carpegna Prosciutto Pesaro – Vanoli Cremona 63-74 (13-18;14-22;18-19;18-15)

Pesaro: Barford 15, Drell, Mussini 11, Pusica 2, Miaschi 2, Eboua 11, Chapman 4, Alessandrini ne, Basso ne, Thomas 10, Totè ne, Zanotti 8. All. Perego

Cremona: Saunders 16, Mathews 11, Zanotti ne, Sanguinetti, Gazzotti ne, Ruzzier 11, Sobin 6, De Vico 3, Happ 12, Stojanovic 6, Palmi 5, Akele 4. All. Sacchetti

468 ad

Lascia un tuo commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Twitter20
Visit Us
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.