Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Cremona soffre, ma batte Brindisi e accede alle Final 8

Cremona soffre, ma batte Brindisi e accede alle Final 8
Follow and like us:

Al termine di una partita intensa e vibrante, la Vanoli Cremona ha la meglio sull’Happy Casa Brindisi 93-89. Il lunch match  di giornata è una partita che ha molto da dire, specie per le velleità cremonesi di accesso alle Final 8, dato che Brindisi ha già acquisito matematicamente l’accesso alla Coppa Italia. I temi sono molti: la Vanoli deve invertire il trend, che l’ha vista soccombere sia a Brescia, che a Sassari; la squadra di Sacchetti detiene la coccarda tricolore, per cui è più che lecito che non voglia mancare all’appuntamento di Pesaro.

Quintetti – Sacchetti recupera Diener, oltre a Mathews; Stojanovic ovviamente out. Vitucci, invece, deve ancora fare a meno dell’ex Martin. Cremona schiera dunque Ruzzier, Richardson, Saunders, Akele e Happ. Brindisi oppone Thompson, Banks, Stone, Sutton e Brown. La partita è vivace da subito, con un punteggio sempre in equilibrio, nonostante la Vanoli non abbia grandissime percentuali. Più cinica l’Happy Casa, con Brown e Stone a far la voce grossa. Si rivede in campo dopo due mesi e smazza subito due assist da 6 punti, per le mani di Saunders e De Vico. De Vico si ripete subito dopo, sulla sirena, con la bomba del 27-21.

Secondo quarto – Il 4-2 Vanoli induce Vitucci al timeout: Ruzzier ne fa altri 3 (34-23). Stone spezza l’empasse e. assieme a Banks, confeziona un 7-0 che porta la squadra di Sacchetti alla pausa tecnica (36-30). La coppia Ruzzier-Happ confeziona un 7-0 che ripristina il +11 per Cremona, e Vitucci richiama i suoi in panchina. E’ fuor di dubbio che con la presenza di Diener in campo, la Vanoli sfrutti il 100% del suo potenziale, ottimizzando il gioco perimetrale e moltiplicando le opportunità offensive. Un super Banks nel finale limita il gap nei confronti degli ospiti. Squadre alla pausa lunga sul 52-40.

Terzo quarto – 11-2 Cremona e massimo vantaggio Vanoli (+21) sul 63-42. L’intensità di Cremona è ben altra cosa; i 3 falli di Happ conducono al cambio con Sobin. Brindisi rinviene con Ikangi e Sutton, ma Diener la mette da distanza siderale, poi fa 2/2 dalla carità ed è nuovamente +21. Il parziale di 8-0 di Brindisi riapre l’incontro, pur tra i pesanti fischi del pubblico, che ha contestato una serie di fischiate della terna. Squadre all’ultima pausa sul 70-61.

Quarto quarto – L’inerzia è ora tutta dalla parte di Brindisi, che attua un gioco molto fisico grazie soprattutto a Sutton, a cui Cremona non si fa trovare pronta: a 6’33” dalla sirena, Cremona vede ridotto il proprio margine a soli 3 punti. La tripla di Ikangi vale il 72 pari. Si gioca punto a punto, poi il 7-0 Vanoli a 3′ dalla sirena vale un +8 che rianima le velleità cremonesi. C’è tempo per un tecnico a Brown sull’87-83, che manda in lunetta Ruzzier. Ormai si gioca dalla linea della carità: Cremona vince 93-89. La Vanoli difenderà dunque la Coppa Italia, affrontando l’Olimpia Milano. Per onor di cronaca, va riferito che coach Vitucci non si è presentato in sala stampa.

Magic moment – La vittoria è stata legittimata da una condotta di gara in assoluto controllo sino a metà del terzo quarto, quando Brindisi ha rimesso energia in campo, recuperando il gap. Il non aver perso la bussola quando Brindisi ha impattato nell’ultimo quarto, ha permesso di riprendersi e mantenere un margine minimo.

Man of the match – Michele Ruzzier, con una prestazione di grande solidità, ha espresso 18 punti, subendo 6 falli e servendo 4 assist. 22 la valutazione.

Numbers – Sutton MVP (23 val.) e miglior rimbalzista (9), Saunders top scorer (20 punti). 5 gli assist del rientrante Diener.

Vanoli Cremona – Happy Casa Brindisi 93-89 (27-21, 25-19, 18-21, 23-28)

Cremona: Saunders 20, Mathews 2, Zanotti ne, Sanguinetti ne, Diener 5, Ruzzier 18, Sobin 4, Richardson 17, De Vico 8, Happ 17, Palmi ne, Akele 2. Allenatore Sacchetti

Brindisi: Brown 11, Banks 18, Sutton 15, Zanelli ne, Iannuzzi ne, Gaspardo 14, Campogrande, Thompson 8, Cattapan ne, Stone 12, Ikangi 11. Allenatore Vitucci

468 ad

Lascia un tuo commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Twitter20
Visit Us
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.