Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata 2001 - 2021

Bergamo beffa Treviglio sul filo di lana

Bergamo beffa Treviglio sul filo di lana
Follow and like us:

Ogni uomo va in cerca almeno di un momento di gloria. E lui, Rodney Purvis,  lo ha trovato nel canestro che, a fil di sirena, ha deciso la sfida tra Withu Bergamo Basket e Bcc Treviglio a favore della prima. I gialloneri hanno fatto loro il derby della Bergamasca con il punteggio di  79-78. Il finale dà conto di una gara molto tirata e vissuta fino al termine sui binari dell’equilibrio. Bergamo ha visto brillare, oltrechè Purvis, la stella di Tony Easley che, assente nel match contro l’AssiGeco Piacenza, è stato il migliore realizzatore dei suoi ed è ritornato in grande stile. A Treviglio, ancora orfana dell’ex Givova Scafati JJ Frazier jr fermato da problemi al ginocchio, non sono state sufficienti le elevate propensioni realizzative del solito ex M Rinnovabili Agrigento Simone Pepe e dello sloveno Mitja Nikolic. Bergamo chiude così in bellezza la “Supercoppa del centenario 2020” a cui non aveva più nulla da chiedere dopo la doppia sconfitta con Urania Milano in casa (69-77) e Assigeco Piacenza in terra emiliana  (64-74). Per gialloneri e biancoblù il pensiero è adesso una finestra spalancata sul campionato il cui decollo è previsto per il 22 novembre.

 

PRIMO QUARTO – Sarto e Reati mettono in marcia Treviglio come meglio non potrebbero imitati da Bogliardi, i biancoblù si fanno preferire nei primi sussulti del match. Bergamo reagisce da par suo sospinta dalla vena realizzativa di Easley ma Pepe consente agli ospiti di andare alla fine del quarto d’esordio avanti per 15-13.

SECONDO QUARTO – L’equilibrio e il botta e risposta regna sovrano fin dal decollo della seconda decade di gioco, ai cinque punti gialloneri di Purvis rispondono Borra e Pepe, Bergamo reagisce di nuovo e con Pullazi e Bedini si porta avanti per 26-23. Nuovo controcanto trevigliese con Nikolic e Borra, Bergamo contrattacca ancora con Bedini e Pullazi e la fine del secondo quarto dice che non ci sono al momento nè vinti nè vincitori con 32 punti per parte.

TERZO QUARTO – Sarto e Pepe portano gli ospiti al decollo sul 45-37, Reati e un tiro da tre di Pepe assestano il punteggio a favore dei biancoblù sul 55-43 a dieci minuti dall’ultima sirena.

ULTIMO QUARTO – Bergamo non intende assolutamente replicare il quarto conclusivo da delirio che le è costato la sconfitta sul parquet dell’AssiGeco Piacenza, a condurre il ragionamento a suon di canestri sono prima di tutto Zugno e Easley e poi Purvis. Treviglio perde un po’ la trebisonda con Borra che si fà fischiare il quinto fallo e D’Almeida che incamera un richiamo per antisportivo, Pullazi, Parravicini e ancora Pullazi portano Bergamo in orbita facendola condurre per 73-65. Treviglio torna però a fare la voce grossa sospinta da un Nikolic ispiratissimo che sciorina triple a tutt’andare. Taddeo, fino a quel momento non ancora a punti, ne realizza due che potrebbero valere oro portando Treviglio sul 78-77. Ma nel mondo del pallone a spicchi in un secondo si può attuare una rivoluzione copernicana e quella rivoluzione a favore di Bergamo la attua a fil di sirena Purvis che realizza il definitivo sorpasso giallonero sul 79-78.

MAN OF THE MATCH

RODNEY PURVIS (WITHU BERGAMO BASKET): la sirena sta per scoccare e sancire la fine delle ostilità ma lui crede nella sua idea meravigliosa e la concretizza in un canestro placcato oro.

 

MAGIC MOMENT

Idem come sopra, Purvis si prende anche in questo caso il centro della scena tanto conta il suo canestro che non regalerà a Bergamo la qualificazione ma un pieno di morale in vista del campionato certamente sì.

NUMBERS

WITHU BERGAMO BASKET: Tiri liberi: 23 su 33, rimbalzi 33 (Easley 12), assist 15 (Zugno 4).

BCC TREVIGLIO: Tiri liberi 31 su 35, rimbalzi 31 (Manenti 7),   assist 3 (Nikolic, Pepe, Borra).

TABELLINO

WITHU BERGAMO BASKET: Easley 17, Zugno 11, Da Campo 11, Purvis 11,Pullazi 10, Parravicini 9, Bedini 4, Masciadri 2, Vecerina 2, Seck 2, Riboli, Siciliano. Coach: Marco Calvani.

BCC TREVIGLIO: Nikolic 19, Pepe 19, Reati 11, Borra 10, Sarto 9, Manenti 4, Bogliardi 2, Taddeo 2, D’Almeida 2, Abati Tourè, Corini, Frazier. Coach: Devis Cagnardi.

 

 

468 ad

Lascia un tuo commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Translate »
Gioca a Sottocanestro
Twitter
Visit Us
Follow Me
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.