Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata 2001 - 2020

Supercoppa LNP: un’Urania spuntata lotta ma cede a Torino 87-65

Supercoppa LNP: un’Urania spuntata lotta ma cede a Torino 87-65
Follow and like us:

Il primo quarto di finale della Supercoppa LNP 2020 fra Urania Milano e Reale Mutua Torino vede imporsi i piemontesi

allenati da coach Cavina con il punteggio di 87-65, un risultato frutto di una rotazione più ampia e di qualità superiore rispetto a quella odierna dei Wildcats. Senza Raivio, Montano, Piunti e coach Villa indisposti, i milanesi (giunti a questo punto da imbattuti) sono tuttavia riusciti a tener testa alla corazzata gialloblù per 30 minuti, giocando senza timori reverenziali e mettendo in mostra idee e affiatamento che fanno ben sperare per la prima di campionato prevista per domenica 18 novembre contro Verona.

La gara

Le tante assenze da una parte e dall’altra costringono Torino e Milano a partire entrambe con delle novità in quintetto: Urania schiera Franco per la prima volta nello starting five, Pagani (ex della gara) invece sostituisce Pinkins tra i titolari piemontesi. I primi dieci minuti però sono sostanzialmente un botta e risposta tra Clark e Langston, leader delle due compagini e protagonisti assoluti di un quarto iniziale ad alto punteggio (28-23): il numero 3 gialloblù infila tredici punti e spinge più volte i suoi nei pressi della doppia cifra di vantaggio, il prodotto di Murray State in maglia Wildcats mantiene a galla i suoi (ottimamente imbeccato da Bossi) con 15.

La profondità e la maggior qualità diffusa della Reale Mutua si fa sentire in avvio di secondo quarto quando Diop e le triple in serie di Toscano spingono la formazione di Cavina oltre i dieci punti di margine (40-29). Urania prova a resistere all’urto aggrappandosi a un instancabile Bossi e ai primi punti di Cavallero ma è soprattutto il rientrante Langston con 6 in fila a riavvicinare con coraggio i meneghini, bravi a mettere fuori ritmo per qualche minuto l’attacco di Torino e ad andare così al riposo lungo sul -8 (44-36).

Urania esce fortissimo dagli spogliatoi e con Langston, Bossi e i recuperi di Raspino non solo lima ancora il gap di svantaggio ma carica di falli giocatori chiave per Torino come Cappelletti e Clarke il quale, dopo sette punti di filati, è costretto quindi a sedersi in panchina. Tornata fino al -1 (53-52), Milano tuttavia non riesce a chiudere completamente la rimonta per merito del duo Diop-Alibegovic che, incendiandosi in attacco, ridà improvvisamente vigore ai piemontesi nella seconda metà del quarto annullando gli sforzi dell’incontenibile Langston per i Wildcats.

Il 13-0 di Torino a cavallo fra terzo e quarto periodo, complice un brutto momento di blackout offensivo di Milano, lancia nuovamente ben oltre la doppia cifra di vantaggio (76-60) i gialloblù che, ispirati dalle triple di Bushati, Campani e Penna, distanziano in maniera irreversibile una Milano che paga visibilmente le proprie rotazioni corte. Gli ultimi scampoli di gara quindi si trasformano in puro garbage time e sanciscono la vittoria e il passaggio in semifinale di Torino, più profonda e con più energie di un’Urania che in ogni caso per 30 minuti non ha affatto demeritato.

Man of the match

Una volta sedutosi Clark per falli, la Reale Mutua è riuscita a mantenersi davanti nel punteggio e a respingere gli assalti milanesi grazie alle presenza di due uomini in particolare, ossia Ousmane Diop e Luca Campani: il primo (14 punti, 6 rimbalzi e 3 assist) ha avuto il merito di contenere l’assalto di Urania con la sua presenza a tutto campo, il secondo (9 punti e 11 rimbalzi) è stato miccia e motore del parziale vincente di Torino nella seconda metà di gara.

Magic moment

A scavare il solco decisivo per Torino sono stati i minuti fra terzo e quarto periodo quando Diop, Bushati e Campani hanno minato le ultime resistenze di Urania producendo l’allungo che ha poi consegnato ai piemontesi il passaggio del turno.

Numbers

Torino ha vinto la partita vincendo la lotta a rimbalzo ma soprattutto commettendo meno turnover dei rivali (13 a 18) e recuperando di conseguenza un maggior numero di palloni (10 contro 7), decisivi specie nel secondo tempo per distanziare definitivamente i rivali.

Tabellini

Urania Milano: Pesenato 2, Franco 1, Bossi 16, Raspino 7, Langston 31, Benevelli 3, Lazzari 0, Cavallero 5.

Reale Mutua Torino: Clark 19, Diop 14, Cappelletti 3, Penna 6, Pagani 6, Toscano 11, Bushati 6, Campani 9, Alibegovic 13.

468 ad

Lascia un tuo commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Translate »
Gioca a Sottocanestro
Twitter
Visit Us
Follow Me
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.