Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

La premiata ditta Wright & Wright stende lo Zenit e manda Reggio Emilia in semifinale.

La premiata ditta Wright & Wright stende lo Zenit e manda Reggio Emilia in semifinale.
Follow and like us:

Partita decisiva da dentro o fuori al PalaBigi, chi vince stasera passa alle semifinali di Eurocup.

Le precedenti partite sono state vinte dalle squadre di casa, quindi la situazione è ora di 1-1.

Il match si preannuncia molto tirato e fisico, probabilmente con le difese che avranno ragione degli attacchi.

La partita offerta dalle due contendenti è stata spettacolare, il finale 105-99 per Reggio Emilia denota come la fase offensiva sia stata predominante sulla fase difensiva, sovvertendo i pronostici della vigilia.

La squadra di Menetti ha vinto meritatamente con una prestazione a dir poco eroica, lo Zenit squadra molto più quotata a livello europeo ha dovuto alzare bandiera bianca, lottando fino all’ultimo e tenendo il livello di spettacolarità dell’incontro molto alto per tutti i 40 minuti di gioco. Chris e Julian Wright sono risultati i migliori dei suoi, insieme al solito Della Valle, la cui presenza era in forte dubbio fino alla vigilia per problemi alla schiena. L’azzurro, infatti ha sofferto non poco per 3/4 di gara, fino a mettere la sua firma da grande campione nel “Della Valle Time” cioè i minuti decisivi.

Ora la Grissin Bon incontrerà nella semifinale una delle favorite della competizione, il Lokomotiv Kuban Krasnodar, che finora ha un incredibile percorso netto, avendo vinto tutte le 18 partite disputate in questa edizione di Eurocup. L’altra semifinale vedrà opposte il Bayern Monaco al Darussafaka Istanbul. Queste partite saranno sempre con la formula andata e ritorno più eventuale bella che, nel caso, Reggio dovrà giocare in trasferta.

Quintetti:

Reggio Emilia: Della Valle, White, Markoishvili, Cervi, Llompart

Zenit: Reynolds, Whittington, Harper, Kuric, Valiev

La Gara

Parte forte lo Zenit intenzionato a tenere le redini della partita fin da subito, cercando di soffocare l’aggressività dei padroni di casa e del suo pubblico a supporto. Il punteggio di 6-15 dopo pochi minuti, costringe coach Menetti a far ricorso al primo time out di serata, dal quale gli emiliani escono rinfrancati e si riportano a contatto, impattando sul 17-17. La partita è di una intensità coinvolgente, gli attacchi di entrambe le formazioni sono sempre spettacolari con buone esecuzioni al tiro da fuori e scarichi per schiacciate da sotto. Citiamo i due “gemelli” Wright per la Grissin Bon e Griffin per lo Zenit. Il primo quarto termina 20-22

Nella seconda frazione di gioco, gli emiliani giocano meglio e vincono il quarto portandosi sul 45-40. Reynolds è in grande spolvero sotto le plance con 10 punti e 6 rimbalzi catturati, per San Pietroburgo si fa notare un coriaceo Voronov 9 punti. E’ la percentuale al tiro che esalta i padroni di casa con un ottimo 67% da 2. Markoishvili ha mano educata con 3 canestri in perfetta sospensione come non se ne vedono molti nel basket moderno.

Al rientro dalla pausa lunga sono gli ospiti ad essere più incisivi, Voronov prende in mano il comando delle operazioni e domina il terzo quarto, portando avanti i suoi sul 70-71. Reggio Emilia risponde con un ottimo ed inaspettato protagonista, Chris Wright, che tiene a galla i biancorossi. La partita è bellissima, anche se le difese non sono un gran che, possiamo godere di un basket spumeggiante.

L’ultima frazione di gioco è subito in salita per gli uomini di Menetti, che dopo un paio di minuti si ritrovano già con il bonus dei falli speso. Della Valle siede ancora in panchina, la sua serata sembra condizionata in maniera evidente dai problemi fisici, mentre Chris Wright interpreta uno show fatto di canestri in sequenza e assist per Julian Wright. 87-81 il punteggio a 5 minuti dal termine, Kuric è implacabile dalla distanza e riavvicina i russi 89-87. Escono per 5 falli Cervi e White e le ombre scure fanno capolino sul PalaBigi. Menetti ha capito e colto l’attimo, è il tempo di Amedeo. Della Valle entra e spacca la partita con due triple da fenomeno, siamo entrati nel “Della Valle Time” e lui lo indica sul polso sinistro dopo i canestri realizzati. Sul 93-88 è tempo di tiri liberi, i ragazzi di Reggio non tradiscono e Chris Wright, Candi e Della Valle non sbagliano regalando la semifinale al popolo biancorosso.

Man of the match

Chris Wright MVP della partita, per l’incredibile leadership dimostrata questa sera, lo score parla di 35 di valutazione con 25 punti a referto, 9/13 dal campo, 6 rimbalzi e 5 assist. Bentornato vecchio leone!

Magic Moment

Non poteva essere che il “Della Valle Time”, la guardia emiliana a 2 minuti dal termine carica e spara due triple mozzafiato che incendiano il palazzo e annientano l’avversario.

Numbers

34 di valutazione per Chris Wright, 25 Della Valle e 20 Julian Wright. 19 Voronov e 18 Whittington

Da 2 punti 64% Zenit, 62% Reggio – da 3 punti 35% Reggio, 26% Zenit

Rimbalzi 35-31 in favore dei russi con Kuric 7, Reynolds e C.Wright 6

Assist 16-6 per gli emiliani con 5 di C.Wright

7 falli subiti da Della Valle, 6 C.Wright, 6 Kuric e Voronov

 

Grissin Bon Reggio Emilia – Zenit San Pietroburgo 105-99 (20-22, 25-18, 25-31, 35-28)

Grissin Bon Reggio Emilia
J.Wright 21, Candi 2, Della Valle 20, White 9, Reynolds 10, Markoishvili 9, C.Wright 25, Cervi 9, Nevels, Llompart; all. Menetti

Zenit San Pietroburgo
Reynolds 4, Barinov, Voronov 23, Simonovic 15, Whittington 15, Harper 3, Griffin 11, Kuric 19, Valiev, Gordon 9; all. Karasev

468 ad

Lascia un tuo commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Twitter20
Visit Us
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.