Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata 2001 - 2020

Napoli coglie una cinquina sulla ruota di Pistoia

Napoli coglie una cinquina sulla ruota di Pistoia
Follow and like us:

E fanno cinque. La Ge.Vi Napoli infila un’altra perla nella collana delle sue vittorie di file sconfiggendo al “PalaBarbuto” la coriacea Giorgio Tesi Group Pistoia.  I partenopei hanno tremato durante il primo quarto quando, incapaci di incrementare il loro bottino realizzativo per oltre cinque minuti, hanno subito il ritorno ospite passando da un vantaggio di più diciotto nei primi due quarti a uno di più quattro. A riprendere in mano la situazione è stato il diluviale Marini che, nel finale, ha portato i partenopei a imporsi e a non dilapidare interamente il bottino di vantaggio accumulato nei primi tre quarti di gara. La squadra di coach Stefano Sacripanti mette così a sedere i pistoiesi riservando loro lo stesso trattamento inflitto a Stella Azzurra, Eurobasker Roma e Benacquista Assicurazioni Latina.

PRIMO QUARTO –  Sims da una parte e Monaldi dall’altra vivacizzano i primi secondi. Marini porta in leggero vantaggio i partenopei, Fletcher, dopo un fallo subito da Lombardi, colpisce dalla lunetta. E’ sempre lui a portare Pistoia al primo tentativo di allungo  sul 7-4 con una tripla. Si sbaglia parecchio da una parte come dall’altra, la pressione psicologica si fà sentire. Stecca Monaldi, stecca anche su versante toscano Sims. Un reverse di Parks rimanda avanti Napoli, il ragazzo vorrebbe concedere il bis ma la sua tripla non va a bersaglio.  Wheatle porta Pistoia al controsorpasso, Napoli replica di nuovo con la premiata ditta Lombardi- Parks e si porta sul 12-9. Coach Carrea chiama il timeout. Il gioco riprende e Parks punge ancora per Napoli, Sims replica però subito. Napoli conduce sempre per 14-11, Mayo allarga il fossato con un gioco da tre punti. Pistoia replica con Wheatle. I partenopei devono rinunciare a Iannuzzi che si infortuna seriamente al ginocchio e deve abbandonare la scena. Zerini, dalla lunetta, approfittando di una Pistoia in bonus cecchina in un’occasione su due e porta la situazione sul 18-14. Lombardi porta in quota i partenopei a più sette. Replica pistoiese con Poletti ma Napoli, nonostante un duplice errore di Uglietti dalla lunetta, chiude i primi dieci minuti a suo favore per 21-15.

SECONDO QUARTO – Sims colpisce, Sandri fà lo stesso su versante napoletano con una tripla. I canestri di ambo le parti rimangono inviolati per diversi secondi finchè è Fletcher a movimentare di nuovo il tabellone con due tiri liberi. Pistoia passa a zona ma, per l’ira funesta di coach Carrea, apre un’autostrada a Marini che ringrazia, va in fuga e sforna una tripla. L’ex Forlì impreziosisce la sua giocata imbucando due tiri liberi su due. Sims scuote Pistoia  e Sacripanti raduna i suoi in unità per far loro ritrovare la bussola. Parks, alla ripresa, si carica a molla e sfodera una tripla che porta Napoli sul 29-21. Saccaggi , per Pistoia, spara un fulmineo 5-0 che riporta sotto Pistoia  e poi completa dalla lunetta il gioco da tre. Pistoia comincia ad alitare sul collo dei partenopei. Monaldi esegue fedelmente il suo compitino realizzativo con una tripla ma Querci replica subito. Zerini e Uglietti ritimbrano il più sei, una tripla di Monaldi che per via ha acquisito maggiore confidenza con la precisione rispetto alle battute iniziali spedisce la Gevi all’intervallo lungo in vantaggio per 38-29.

TERZO QUARTO – Zerini non comincia proprio alla grande vedendosi comminare due falli in un fazzoletto di secondi. Due tiri dalla lunetta di  Fletcher riavvicinano Pistoia sul 31-38. Marini e Lombardi portano di nuovo Napoli al largo, Mayo non riesce a mettere altra carne al fuoco steccando una tripla ma poi riesce a farsi perdonare infilando i punti del 44-31. Pistoia reagisce con il solito  Sims ma Zerini risponde da par suo. Carrea fà respirare  Fletcher e inserisce Querci. Zerini porta Napoli sul più quattordici facendo sperare Sacripanti di non vedergli fischiato il quinto fallo che lo porterebbe fuori dal pitturato: 47-33. Poletti abbozza una risposta pistoiese, Zerini al quarto fallo rischia sempre di più. Poletti completa il suo gioco da tre mettendo a segno un tiro libero, uno su due ne mette anche Parks su opposta sponda. Una tripla di Lombardi e Marini sospingono Napoli sul più quindici, quest’ultimo ci prende gusto e ci mette un ulteriore carico conducendo Napoli a più diciassette.  Una tripla di Fletcher fà intendere che Pistoia non è ancora al tappeto. Mayo sforna a sua volta un tiro da tre arricchito da un libero aggiuntivo a segno. Napoli si è ormai creata una prateria di vantaggio per  57-41. Zucca fà rifiatare Pistoia ma il quarto si chiude sul 60-42 per i partenopei che paiono ormai avere in netto controllo le sorti della contesa.

ULTIMO QUARTO –  Pistoia cala un ubriacante 14-0 a proprio favore e si porta a meno quattro: 60-56. Napoli non rientra in produzione clamorosamente fino al minuto sei quando Marini mette a referto i primi punti prendendosi canestro e libero aggiuntivo. 63-56. Lo stesso Marini riafferma il concetto di essere in giornata di grazia con una tripla. Poletti mantiene in corsa Pistoia con lo stesso bottino ma, a meno di tre minuti dall’ultima sirena, Parks ritraccia il fossato fissando il punteggio  sul 72-59. Poletti porta di nuovo a muoversi il tabellone dalla parte di Pistoia, Monaldi va a vuoto dalla lunetta ma Marini continua a colpire ed è il 74-61. Una schiacciata di  Zerini sancisce la definitiva superiorità dei partenopei, a nulla vale se non a rifinire il punteggio finale una tripla di Sims. Una tripla di Monaldi spegne definitivamente i riflettori sulla gara che Napoli si aggiudica per 79-64.

MAN OF THE MATCH

PIERPAOLO MARINI (GE.VI NAPOLI):  Nell’ultimo quarto vede che Pistoia macina punti su punti e allora decide di estrarre il suo vestito migliore colpendo come sa fare e diventando il top scorer dei suoi nonchè il primo artefice della quinta vittoria di fila dell’orgoglio cestistico di Partenope.

MAGIC MOMENT

Repetita iuvant. Quando Pistoia sta per demolire il muro di vantaggio eretto da Napoli a suo favore e  sua difesa, Marini decide di prendere la squadra sotto la sua ala protettiva e la porta a una  vittoria che, per come si erano messe le cose, sarebbe stato delittuoso per i suoi gettare alle ortiche.

TABELLINO

GE.VI NAPOLI: Marini 19, Lombardi 13, Parks 12, Mayo 12, Monaldi 11, Zerini 8, Sandri 3, Uglietti 1, Iannuzzi, Coralic, Klacar, Aldi. Coach: Stefano Sacripanti.

Tiri liberi: 9 su 18, assist 12 (Monaldi 3), rimbalzi 38 (Parks, Zerini 7). Stoppate: 2

GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: Sims 16, Fletcher 16, Saccaggi 10, Poletti 9, Zucca 5, Riismaa 3, Querci 3, Wheatle 2, Della Rosa, Del Chiaro. Coach: Michele Carrea.

Tiri liberi: 13 su 19, assist 7 (Fletcher, Saccaggi 2), rimbalzi 35 (sims 11). Stoppate. 0.

ARBITRI

Angelo Caforio di Brindisi, Valerio Salustri di Roma e Alberto Maria Scrima di Catanzaro.

468 ad

Lascia un tuo commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Translate »
Gioca a Sottocanestro
Twitter
Visit Us
Follow Me
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.