Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Napoli, è la vittoria dell’orgoglio.

Napoli, è la vittoria dell’orgoglio.
Follow and like us:

Inizio d’anno col botto per la Givova flor do Cafè Napoli che vince l’ultima gara del girone d’andata: al PalaBarbuto battuta la Dinamica Mantova. 78-76 lo score finale. Una vittoria al cardiopalma, nonostante le diverse assenze, che consente di guardare con più fiducia al futuro anche grazie all’ingresso del nuovo socio, oggi al palazzetto.

La cronaca

Priva degli infortunati Jackson e Ganeto, la squadra azzurra non può che affidarsi al rientrante Demon Brooks: per l’americano sono 10 i punti in altrettanti minuti. Avvio di gara un po’ contratto ambo i lati: i padroni di casa non riescono a costruire gioco mentre Mantova si affida a Rullo che capisce subito di essere in serata e, con il parziale di 5 a 0, porta i suoi in vantaggio. Però, è il canestro sulla sirena di Traballesi, a far pendere il primo parziale a favore di Napoli: 21-20.

E’ancora la tripla di Rullo a riaprire le danze: i lombardi, approfittando della confusione in attacco dei partenopei, riescono a colpire sempre con Rullo (per lui 27 pti totali) e Maccaferri che più volte sfugge a Traini. E’ un quarto abbastanza equilibrato: le due squadre si scambiano più volte il vantaggio ma alla fine è ancora la tripla di Rullo a 2 minuti dalla sirena, a sancire un divario di 3 per la sua squadra. (33-36)

Alla ripresa dal lungo riposo, Napoli interrompe la sua statistica negativa dalla distanza: 0/10 nel primo tempo. E’ Traini a farlo con il personale parziale di 6 punti seguito a ruota da Malaventura: Napoli conosce il suo massimo vantaggio: è +8 a metà quarto. La squadra partenopea, guidata dal suo pubblico, riesce a gestire con qualche difficoltà il sottile divario fino alla terza sirena: 54-51

Quarto periodo di arrembaggio per i lombardi: i 4 punti messi a segno in pochi secondi (2 per una disattenzione di Brooks) consentono agli ospiti di rimettere la testa avanti. Un comprensibile calo fisico degli azzurri, consente agli avversari di toccare di nuovo un +6 a metà frazione. Ma, è il parziale di 10 a 0 firmato da Sabbatino e Brkic, a ridare speranze alla squadra di casa e a sovvertire l’andamento della gara quando i giochi, e soprattutto le forze fisiche, sembravano al capolinea. Gli ultimi 2 minuti sono di vera passione per il palazzetto: con Mantova che tocca il pareggio a poco più di un minuto dalla conclusione, Napoli trova le ultime energie nei principali artefici della vittoria: Traini, Brkic e Brooks (tutti in doppia/doppia). Quest’ultimo autore di una furbata sull’ultima rimessa che consente alla squadra di portare a casa due punti fondamentali.

Vittoria fondamentale per la squadra che meglio non poteva aprire il nuovo anno.
Nonostante le defezioni in extremis di Jacskon (problema al gomito) e Ganeto (influenzato), la squadra è riuscita a far fronte all’emergenza (ormai normalità) e a sopperire alle notevoli assenze mettendo sul parquet tanto cuore e voglia di vincere. Principali autori della vittoria sono stati, come detto, Brooks, Brkic e Traini quest’ultimo efficace solo nel secondo tempo ma autore, comunque, di 12 punti e 10 assist. Bene anche Sabbatino: la sua crescita è a vista d’occhio.

Il prossimo impegno per Napoli è in trasferta: domenica la squadra sarà ospite di Ferentino oggi vincente a Trieste e lanciatissima in classifica (3° posto).

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook12k
Facebook
Instagram
RSS
Follow by Email
Google+
Google+
http://www.baskettiamo.com/baskettiamo/archives/6994/napoli-e-la-vittoria-dellorgoglio
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.