Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata 2001 - 2020

Reggio Emilia la sesta “vittima” di Brescia, la capolista

Reggio Emilia la sesta “vittima” di Brescia, la capolista
Follow and like us:

Prima vera giornata di autunno a Brescia, pioggia e vento hanno sorpreso tutti al risveglio ma dentro al Palageorge il clima è sempre estivo quando gioca la Germani e i ragazzi di Diana hanno sfoderato la sesta prestazione corale che ha permesso a Brescia di rimanere saldamente al primo posto in classifica. Una gara gestita, dall’inizio alla fine con grande intensità, energia e intelligenza contro una squadra che ha più volte tentato l’aggancio ma è sempre stata tenuta a debita distanza. Coach Menetti ammette il grande momento di difficoltà, anche emotiva, che attanaglia la propria squadra. Andrea Diana invece è molto contento dei risultati raggiunti ma conscio del fatto che la strada è ancora lunga e può nascondere diverse insidie. C’è chi sostiene, all’uscita del Palageorge, che ci fosse l’arcobaleno, nel cuore di tutti i tifosi bresciani, sicuramente!

La gara

Contesa a Reggio, primi possessi persi da entrambe le formazioni. Reynolds infila 4 punti consecutivi ma Moss non perdona e con un 2+1  tiene Brescia attaccata agli ospiti. Primo vantaggio della Germani (9-8) a 6:25″. Un ispiratissimo Marcus Landry infila un parziale di 9 a 0 che costringe coach Menetti al primo timeout della partita sul punteggio di 18 a 9. Con un fallo in attacco di Reynolds, la Grissin Bon, raggiunge il bonus e Hunt ha a disposizione due tiri liberi che però non realizza. Prima della sirena Bushati mette una delle sue triple che portano il punteggio 27 a 15 con il quale si arriva al primo mini intervallo. Continua il parziale della Leonessa che a 7:42″ del secondo quarto, porta il risultato sul 31 a 15. Break degli ospiti che ritrovano fiducia e si riprendono 8 punti, ci pensa Lee Moore a tenere lontani gli ospiti, con due canestri consecutivi. Landry infila un 2/3 ai liberi e un fallo in attacco di Reggio permette di chiudere a Brescia avanti di 9 lunghezze.

Ripresa ad altissima intensità da entrambi i lati del campo con continui  botta e risposta nei canestri. A metà quarto sono 8 i punti di vantaggio di Brescia (51-43). Il periodo scorre con Reggio che insegue senza mai mollare e i padroni di casa che cercano la fuga senza riuscirci. Sirena sul 58 a 49. L’ultimo quarto si gioca nello stesso modo con gli ospiti all’inseguimento e la Leonessa che corre veloce verso la seirena della vittoria finale che la porta ad un traguardo storico con sei gare vinte in altrettante partite giocate in questo campionato molto equilibrato.

Magic Moment

Quando mancano ancora più di 8 minuti al termine, Michele Vitali infila una tripla in transizione, segna una canestro con tiro libero aggiuntivo e recupera un rimbalzo in difesa, tutto questo mentre difende alla morte sul proprio uomo. Da questo momento, la sensazione è quella che i due punti in palio rimarranno a Brescia.

Man of the match

Sempre più arduo trovare il protagonista della gara quando Brescia termina le partite con tre o più giocatori in doppia cifra. E’ la prestazione dell’intera squadra bresciana ad avere il titolo di MVP della gara. Menzione particolare, tra le fila di Reggio, per Amedeo Della Valle che si carica sulle spalle la propria squadra evitandone il tracollo.

Numbers

Per Brescia tre giocatori in doppia cifra Landry (15), Hunt (14) e Michele Vitali (13), così pure per Reggio Emilia Wright (21), Della Valle (18) e Reynolds (13). Brescia tira con il 59% da due e 54% da tre contro il 61% e 24% della Grissin Bon.

Germani Basket Brescia Leonessa – Grissin Bon Pallacanestro Reggiana  79 – 68

Parziali: 27-15; 16-19 (43-34); 15-15 (58-49 ); 21-19

Germani Basket Brescia: Moore 6, Hunt 14, L. Vitali 8, Landry 15, Mensah ne, Veronesi ne, Fall 4, M. Vitali 13, Sacchetti 5, Moss 9, Bushati 5. All.: Andrea Diana.

Grissin Bon Pallacanesro Reggiana: Mussini 4, Wright 21, Bonacini 8, Candi, Della Valle 18, Reynolds 13, Markoishviliv 10, Cipolla ne, Sanè, De Vico 2. All.: Massimiliano Menetti.

Arbitri: Paternicò, Vicino, Quarta.

#basketforever

Ph.: Michela Lombardo

468 ad

Lascia un tuo commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Translate »
Gioca a Sottocanestro
Twitter
Visit Us
Follow Me
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.