Pages Navigation Menu
width="50" height="0">

© Riproduzione riservata 2001 - 2021

Profumo di basket bergamasco al raduno dell’Italia under 20 a Casale Monferrato

Profumo di basket bergamasco al raduno dell’Italia under 20 a Casale Monferrato
Follow and like us:

Uno è allenatore, due sono membri della rappresentativa. Per tutti loro il denominatore è stato comune e triplice: l’appartenenza al mondo del basket bergamasco, l’emozione e la voglia di far bene. Per Adriano Vertemati, tecnico della Bcc Treviglio fresco coach della nazionale under 20, il raduno svoltosi a Casale Monferrato per cominciare a lavorare sulla squadra che parteciperà agli Europei di categoria a Klaipeda (Lituania) in estate,  è stato un debutto appassionante. E la sua valutazione è figlia della voce dell’entusiasmo: “hai un grande senso di responsabilità – ha dichiarato . e prima di iniziare è chiaro che pensi con piacere al ruolo che ti è stato affidato. Quando inizia l’allenamento, però, l’attenzione è rivolta tutta sulla squadra, sul lavoro e sulla pallacanestro”. Vertemati ha ordinato a dovere le idee per quanto riguarda le priorità: “il primo obiettivo – prosegue – è di conoscere i ragazzi, divisi in due raduni prima di quello preeuropeo. Vogliamo vedere giocatori prevalentemente nati nel 2001, quelli che sono sotto età rispetto al nucleo forte che costituirà la squadra. L’ obiettivo è stato mettere gli atleti a proprio agio in pochissimo tempo”. Vertemati è consapevole anche del fatto che allenare una squadra di club e una selezione nazionale rappresentino due dimensioni ben differenti. Per quanto riguarda l’esperienza da tecnico under 20 osserva che “sono giocatori di altre società ben allenati e con idee tecniche e abitudini diverse, inoltre vi è tempo solo per dare delle tracce comuni; in nazionale il coach deve essere bravo a capire quali sono gli errori dettati dal tempo e quelle che sono le cose positive, ho scelto lo staff più eterogeneo possibile proprio per questo”. Insomma, amalgamare ottimalmente un gruppo di giovani vogliosi di ben figurare in terra lituana. E nel gruppo da lui selezionato, in cui figurano anche Cosimo Costi e Matteo Parravicini della Bergamo Basket, individua buoni elementi per poter raggiungere quest’obiettivo. Con la giusta e logica dose di competizione reciproca che li caratterizza ma pronti a mettere il bene della nazionale sopra ogni altro aspetto. “Abbiamo svolto tre allenamenti in pochissimo tempo – dice- e la squadra ha risposto subito con attenzione alle indicazioni tattiche che abbiamo dato. C’è una buona base su cui lavorare”. Costi e Parravicini si sono anch’essi avvicinati a quest’esperienza con un’emozione ad alta temperatura. Quest’ultimo ha osservato: “è un’esperienza molto bella dove ho potuto confrontarmi con gli altri migliori ragazzi italiani, mettere alla prova le mie capacità e quello che sto imparando nel corso di quest’anno, una grande carica di consapevolezza e di fiducia”. Stesso canto della felicità per Costi: “in quest’esperienza mi sono divertito , io e Matteo abbiamo avuto modo di confrontarci con nostri coetanei provenienti da tutt’Italia”. Per ambedue, adesso, il pensiero è alla sfida delicatissima che Bergamo dovrà affrontare contro la Ge.Vi Napoli per giocarsi le sue carte in chiave di una salvezza sempre più difficile da conquistare ma non impossibile.

 

 

468 ad

Lascia un tuo commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Translate »
Gioca a Sottocanestro
Twitter
Visit Us
Follow Me
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.