Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata 2001 - 2021

Bergamo spezza la serie noir e mette le mani sulla sfida salvezza con Biella

Bergamo spezza la serie noir e mette le mani sulla sfida salvezza con Biella
Follow and like us:

Marco Calvani, probabilmente, ai suoi l’aveva ripetuto come un mantra in settimana: questa non si può proprio steccare, perchè qui ci si gioca la salvezza. E la Withu Bergamo Basket lo ha seguito parola per parola, sillaba per sillaba nel fronteggiare l’EdilNol Biella e soprattutto nel riuscire a superarla al “PalaAgnelli” per 93-82. Lo scomodo ultimo posto con 14 punti resta, ma Orlandina basket e la stessa Biella, adesso, sono a portata di sguardo ovvero soltanto due incollature avanti. E i gialloneri si godono un raggio di sole in quest’anticipo di primavera dopo tre turni di pioggia battente. Decisivo, per l’accelerazione che ha condotto Pullazi e compagni in cima al monte vittoria, è stato il terzo quarto dove il roster di Calvani è riuscito a tracciare tra sé e i lanieri un fossato di quindici punti.

PRIMO QUARTO – Dopo cinque minuti Biella conduce le danze per 10-8. L’ex San Severo Jones mette fieno nella cascina del suo score personale e di quello dei suoi, Miaschi, con una tripla, fa lo stesso. Bergamo ritorna a premere il piede sull’acceleratore con le sgasate di Seck e Masciadri e si porta a fine primo quarto avanti per 23-20.

SECONDO QUARTO – Jones allarga il fossato a favore dei gialloneri ma l’ex di turno Carroll non si fa pregare per profanare il canestro dei suoi ex compagni di squadra. Pullazi riaffonda la lama, Bertetti risponde da par suo. La gara non vuole proprio saperne di avere un dominus assoluto inchiodata come è su 37 punti per parte. Biella si alza in quota con la premiata ditta Hawkins e Miaschi, desideroso quantomeno di replicare la buona vendemmia di 22 punti fatta registrare contro l’Assigeco Piacenza. I lanieri sono a più quattro ma Easley ripristina la parità, Berdini, con un libero, traccia un fossato minimissimo a favore dei lanieri che vanno all’intervallo lungo avanti per 42-41.

TERZO QUARTO – Masciadri rientra dal quarto d’ora di pausa con le mani calde quanto basta per sfornare due triple che valgono il più sette. Easley e Jones mettono due tacche in più e danno forma al sogno meraviglioso di Bergamo di rinchiudere nella stanza del dimenticatoio la serie noir di tre puntate da cui è reduce. Jones e Pullazi organizzano la fuga che si materializza nel traguardo provvisorio del più diciotto di fine quarto: 75-57.

ULTIMO QUARTO – Jones cecchina ancora disinvoltamente, Biella ha un sussulto d’orgoglio che la porta a metà quarto al meno quindici. Da Campo e Pullazi preparano a Masciadri la strada per riallargare il divario, Biella prova a rientrare in scia con l’ex Bcc Treviglio D’Almeida e Hawkins ma la sua aspirazione a sovvertire il copione si ferma qui. Bergamo straccia il foglio del finale pensato dai lanieri e appiccica il suo alla bacheca delle vittorie. Due punti che, alla luce della posta in palio, ne possono valere almeno il doppio.

MAN OF THE MATCH

Mano salda, talento come fedele compagno di strada, voglia di fare il botto. Masciadri ha messo nel frullatore della sua gara tutti questi ingredienti e ne ha fatto gustare il prodotto finito, ovvero due triple, al suo intero roster. Che ringrazia festante.

MAGIC MOMENT

Ut supra. Il Rei da Roma (dove è nato, anche se è di nazionalità albanese), ex tra le altre di Legnano, Trapani e Tortona, entra dall’intervallo lungo vestendo i panni del protagonista e imprime alla gara l’accelerazione definitiva. E Bergamo può mettere via il fazzoletto per asciugarsi le lacrime per la sconfitta e tirare fuori lo spumante dal frigo.

NUMBERS

WITHU BERGAMO BASKET: Tiri liberi 14 su 17, rimbalzi 37 (Pullazi, Easley 7), assist 20 (Zugno 6).

EDILNOL BIELLA: Tiri liberi 14 su 17, rimbalzi 27 (Hawkins 12), assist 12 (Hawkins, Carroll, Pollone, Bertetti 2).

TABELLINO

WITHU BERGAMO BASKET: Pullazi 20, Jones 19, Da Campo 15, Easley 12, Masciadri 12, Zugno 7, Seck 6, Vecerina 2, Bedini. N.e: Parravicini. Coach: Marco Calvani.

EDILNOL BIELLA: Carroll 20, Hawkins 15, Miaschi 13, D’Almeida 9, Bertetti 9, Laganà 9, Barbante 4, Pollone 2, Berdini 1, Vincini, Moretti. Coach: Jacopo Squarcina.

ARBITRI

Alessandro Tirozzi di Bologna, Stefano Wassermann di Trieste e Daniele Valleriani di Ferentino (FR)

DICHIARAZIONI POSTGARA

GABRIELE GRAZZINI (ASSISTANT COACH WITHU BERGAMO BASKET): “Vittoria importante contro una concorrente per la salvezza, ci fa riprendere la marcia, se avessimo perso sarebbe stato molto più facile affrontare il girone nero. Quando perdi tre partite e poi vinci contro una Biella che ha fatto cose importanti hai più fiducia. Riprendiamo domani con un’energia mentale in più, anche per il fatto di avere avuto cinque giocatori in doppia cifra. E’ un segnale importante arrivare a 93 punti in una partita del genere, stona un po’ il finale, ci ha fatto arrabbiare molto come staff, ci lascia un po’ di amaro perchè siamo ancora in una costruzione di mentalità per cui dovremo affrontare una seconda fase, in cui avremo bisogno della mentalità di questi mesi. Farci rimontare così nel finale ci fa arrabbiare, ma in positivo ci sarà benzina sul fuoco per la nostra energia che ci porterà ad affrontare con rabbia la partita con Tortona”.

IACOPO SQUARCINA (COACH EDILNOL BIELLA) “Bergamo ha vinto con merito, ci ha messo un’intensità che non siamo riusciti a pareggiare, abbiamo concesso dodici rimbalzi nei primi due quarti, abbiamo avuto un approccio totalmente sbagliato a inizio terzo quarto. Bergamo è stata brava ad annullare Carroll e non siamo stati bravi a giocare di squadra senza di lui e questo ci ha penalizzato, abbiamo fallito un appuntamento che per noi era importante. Avevamo un problema di serenità nello sfruttare queste partite, in questo momento siamo ancora bimbi e dobbiamo provare a lavorare di squadra”.

468 ad

Lascia un tuo commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Translate »
Gioca a Sottocanestro
Twitter
Visit Us
Follow Me
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.