Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Trento al fotofinish, la Vanoli si arrende in casa

Trento al fotofinish, la Vanoli si arrende in casa
Follow and like us:

Il PalaRadi vede opposti i falchi lombardi alle aquile trentine:
mai banali gli scontri precedenti, ultimo in ordine di tempo, quello che alla prima assoluta di questo campionato decretò la vittoria di misura della Vanoli, dopo un tempo supplementare.

Quintetti – Sacchetti ancora privo di Cawford, manda in starting Diener, Saunders, Stojanovic, Aldridge e Mathiang. Buscaglia oppone Craft, Marble, Gomes, Pascolo e Hogue. Inizio equilibrato, sino al 3′, quando la Vanoli commette due falli con Stojanovic e Diener perde palla in attacco. Demps cambia Stojanovic, ma Trento si porta a +4 (6-10). Pascolo, in gran spolvero, segna e serve alla perfezione Hogue e a Cremona non rimane che inseguire. Entra l’ex Mian, sommerso dai fischi del PalaRadi. Pian Piano la Vanoli recupera e si aggiudica il parziale per 21-20.

2° quarto – Partita equilibrata, ma il fallo di Gazzotti sul 26-24 induce Sacchetti al timeout. Craft piazza una tripla e Hogue fa 2/2 dalla carità, ma Saunders perfeziona un gioco da 3 punti, impattando. Marble è immarcabile per Gazzotti e la Dolomiti Energia allunga sul +7 (20-37). Mathiang diventa un enigma per i lunghi trentini e si fa valere dalla lunetta, ma Craft è una sentenza e le squadre vanno alla pausa lunga sul 40-44.

3° quarto – Cremona rimette il naso avanti sulla tripla di Stojanovic, dopo 3′ (47-46). La Vanoli blinda l’area e si porta a + 5 con Diener; Trento non ci sta e con Craft e Mian pareggia il conto (51-51). La partita procede a piccoli strappi, con le due squadre ad allungare alternativamente di 2-3 punti. All’ultima pausa il punteggio è 62-60.

4° quarto – L’ntensità difensiva di Cremona permette attacchi efficaci e i biancoblu arrivano al 67-60. Sul fronte opposto Flaccadori è una sentenza dai 6,75 e riporta la Dolomiti a -2. (67-65). La partita non cala d’intensità, anzi si accende nei minuti finali, giocati sul filo di lana del punteggio. A 3′ dalla sirena Gomes dà segni di vita, bruciando la retina dall’angolo (80-79). Flaccadori la mette da tre, Craft da sotto: 83-86 a 1’6″ dalla sirena e Sacchetti chiama i suoi a rapporto. Gli ultimi 10″ sono decisivi: sotto di 3, Sanders decide di servire in area, anziché un compagno oltre i 6,75. Canestro comunque sbagliato; sulla ripartenza Craft viene mandato in lunetta. Il 2/2  vale l’89-84 col quale Trento sbanca Cremona. Bella partita, vinta dalla squadra che ha sbagliato meno, anche dalla linea dei liberi. Decisivo Flaccadori nel secondo tempo. A Cremona non basta la prestigiosa doppia doppia di un Mathiang decisamente maturato.

Magic Moment & Man of the match – detto degli ultimi, convulsi secondi della partita, Craft ha maturato la palma di MVP grazie ai 18 punti, 4 rimbalzi e 3 assist, che gli son valsi il 26 di valutazione.

Numbers – 20 punti e 10 rimbalzi per Mathiang (24 val). Trento domina a rimbalzo (42 contro i 31 della Vanoli). 17 le palle perse da Trento.

Vanoli Cremona – Dolomiti Energia Trentino 84-89 (21-20, 19-24, 22-16, 22-29)

Cremona: Saunders 9, Feraboli ne, Gazzotti 1, Diener 12, Ricci 14, Demps 5, Ruzzier 8, Mathiang 20, Aldridge 8, Stojanovic 7. Allenatore Sacchetti

Trento: Marble 15, Pascolo 12, Mian 3, Forray, Craft 18, Mezzanotte ne, Gomes 3, Hogue 15, Lechthaler, Jovanovic 2. Allenatore Buscaglia

468 ad

Lascia un tuo commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Twitter20
Visit Us
Instagram
RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.