Pages Navigation Menu

© Riproduzione riservata

Troppa EA7 Milano per questa Vanoli: 76-60

Troppa EA7 Milano per questa Vanoli: 76-60
Follow and like us:

L’EA7 Armani Milano fa sua la prima, battendo la Vanoli Cremona a domicilio 76-60L’esordio in campionato porta al PalaRadi la regina designata Olimpia EA7 Milano, opposta alla formazione di Meo Sacchetti, riammessa alla Serie A a seguito delle note vicende estive. Tutto esaurito nell’impianto cremonese, per il derby lombardo più prestigioso: grande entusiasmo e un tifo degno della massima serie in Tribuna Triboldi, la curva del PalaRadi.

I quintetti – Sacchetti manda in campo Travis Diener, Drake Diener, Martin, Milbourne e Sims. Pianigiani oppone Theodore, Goudelock, Micov, M’Baye e Cusin. L’avvio è in sostanziale equilibrio: dopo 5′ Cremona conduce 11-8, con un Drake Diener in bella evidenza (7 punti). Johnson-Odom – accolto da un’ovazione al momento dell’annuncio delle formazioni – segna la tripla del 16-11 (8′). La Vanoli deve spendere diversi falli (Martin 2 in 4″), ma riesce a mantenere la distanza dall’Armani. Il primo quarto si conclude sul 18-14 Cremona.

Secondo quarto – Alla tripla di Drake Diener risponde Bertans; Micov porta i suoi a -1. Sims sbaglia clamorosamente una schiacciata e Gudaitis riporta avanti Milano. Sacchetti ci vuol parlare su. La reazione biancoblu è tutta nella bomba di Milbourne. Quattro punti di Gudaitis  e la tripla di Goudelock ricacciano Cremona sotto di 5. Portannese cattura caparbiamente un rimbalzo e si invola come una furia a canestro: sul 28 pari Pianigiani chiama timeout. Goudelock è on fire e tanto basta a Milano per andare alla pausa lunga avanti 36-33.  Male Cremona al tiro (12/33 complessivo, 5/17 nel 2° quarto); Milano legittima il vantaggio con una leggera supremazia a rimbalzo (13 contro 10); 37 la valutazione di squadra (24 Cremona).

Terzo quarto – Cremona impiega 2’30” per agganciare Milano sul 28 pari, ma Theodore e Goudelock ripristinano il +4 Olimpia. Il break di 8-0 a favore di Milano, costringe Sacchetti alla pausa tecnica (46-38 al 5′). La Vanoli ha una reazione veemente, che le consente di dimezzare il gap: sul 48-43 Pianigiani richiama i suoi in panchina. Milano aumenta l’intensità e sfrutta due palle perse da Cremona, andando all’ultima pausa avanti 54-46.

Quarto quarto – Cinciarini e Bertans mandano l’EA7 sul +12 e Sacchetti chiama timeout. Travis Diener appare generoso, ma non abbastanza lucido, specie in fase di tiro. Nel tentativo di recuperare terreno, le iniziative della Vanoli si fanno più estemporanee e meno efficaci. Due triple di Ruzzier rianimano i biancoblu (54-60 a 6′ dal termine). Micov e Bertans colpiscono a ripetizione, anche dai 6,75 e – sul 56-68 – Sacchetti chiama i suoi a rapporto. Una persa sanguinosa di Johnson-Odom regala a Micov la palla del 72-60, che trasforma l’ultimo giro di lancetta in garbage time. Finisce 76-60 per l’EA7 Armani Milano. Risultato “severo ma giusto”, per essere sintetici. La Vanoli non ha subito, nel senso stretto del termine. Il gap atletico e tecnico tra i roster è lampante, forse l’emozione dell’esordio ha penalizzato alcuni giocatori biancoblu, non solo tra gli esordienti nella massima serie. Per Pianigiani una vittoria “d’obbligo”; per Sacchetti una sconfitta pesante nei termini, ma che non altera minimamente le prospettive del suo team.

Magic Moment – Il terzo quarto ha fatto da spartiacque nell’incontro: Milano è cresciuta di intensità, sui due lati del campo e per Cremona si è complicato tutto. I canestri di Goudelock e Theodore hanno spaccato in due l’incontro.

Man of the match – Gudaitis, MVP dell’incontro (31 val.), con una doppia doppia da annali: 17 punti e 17 rimbalzi.

Numbers – 79 a 47 la valutazione di squadra a favore di Milano. 18 i punti realizzati da Sims, top scorer del match. Importante prestazione al tiro di Bertans (15 pt): 71% complessivo (3/4 da 3 e 2/3 da 2). Nessun giocatore è uscito per falli. 3.500 gli spettatori presenti (sold out).

Vanoli Cremona – EA7 Emporio Armani Milano 60-76 (18-14; 15-22; 13-18; 14-22)

Vanoli Cremona: Martin 3, Gazzotti, T. Diener, Ricci 2, Ruzzier 6, Portannese 5, Sims 18, D. Diener 7, Johnson-Odom 9, Milbourne 10. Allenatore Sacchetti

EA7 Emporio Armani Milano: Goudelock 16, Micov 13, Pascolo ne, Fontecchio ne, Cinciarini 2, Cusin 4, Abass, M’Baye 3, Theodore 6, Jefferson, Bertans 15, Gudaitis 17. Allenatore Pianigiani

 

468 ad

Lascia un tuo commento

Translate »
Gioca a Sottocanestro
Facebook
Facebook
Instagram
RSS
Follow by Email
Google+
Google+
http://www.baskettiamo.com/baskettiamo/archives/19116/troppa-ea7-milano-per-questa-vanoli-76-60
YouTube
YouTube
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.